io e il mio blog

chi sono?
una mamma.
la donna che sono diventata ma che ha ancora tanta strada da fare.
insegnante di musica, pianista, amante dell'arte e della cultura in tutte le sue espressioni.
inguaribile sognatrice.
credo che la felicità sia nelle piccole cose di ogni giorno, basta guardarle con gli occhi di un bambino, mi piace meravigliarmi, sorprendermi, immaginare che tutto può succedere
amo la musica, ascoltarla, suonarla, ma anche cantare e ballare con la mie bimbe,
amo l'estate e la primavera, ma sto imparando ad apprezzare anche l'autunno e l'inverno.
amo il mare,il cielo che brilla di luna e di stelle, le serate all'aria aperta, le risate in compagnia.
mi piace cucinare,
cerco di seguire uno stile di vita naturale e sano, ma non rinuncio mai ad un bel piatto di patatine fritte,
mi piace la pizza e la bruschetta al pomodoro,

amo il profumo del tiglio e quello della mimosa,
amo leggere un libro,
una poesia,
osservare la bellezza di un'opera d'arte.
mi piace viaggiare ma anche starmene a casa, rendendola nuova e accogliente ogni giorno.
amo la mia famiglia e le giornate passate tutti insieme.
amo l'allegria, il rispetto, l'onesta e la sincerità.
amo mio marito e tutti i momenti che vivo con lui, il nostro stare bene insieme, il nostro capirci ad uno sguardo;
amo le mie figlie, il loro essere, i loro sorrisi, i loro pianti, le loro emozioni.
mi perdo nella la luce dei loro occhi.
amo la mia vita, è il dono più grande che ho tra le mani.

come nasce questo blog?


Tutto è cominciato dalla necessità di colmare quei momenti di solitudine che, inevitabilmente, affiorano i primi mesi dopo il parto. anche se spesso si è circondati da tante persone, amici e parenti, in realtà sei nel pieno di un cambiamento esistenziale tanto grande da sentirti sola. Sola alle prese con nuove sensazioni, con nuove ansie, con nuovi dubbi, con nuove paure, con una nuova te. Ed arriva il momento che apri un pc e scopri che c’è un mondo di mamme che vive le tue stesse sensazioni e ha lo stesso tuo bisogno di comunicare questi profondi sentimenti così difficili da esprimere a parole e così facilmente trasmessi, invece, dalla tastiera di un computer. Tutto nasce da lì e in particolare dalle mie notti insonni, dalla mia sensazione di incapacità nel far dormire la cucciola, dal mio bisogno di sfogarmi con qualcuno senza essere etichettata come quella che non sapeva che una volta avuta la bicicletta si pedala.
Nei blog ci sono finita per caso digitando sul motore di ricerca frasi tipo “il mio bambino non dorme”, difficoltà ad addormentarsi”,“risvegli continui” etc. e ho scoperto mamme che non dormivano come me, che piangevano come me, che stavano male come me, che provavano quegli strani pensieri che nel nostro immaginario ad una mamma non passano mai per la testa tipo “stavo meglio prima” con tanto di senso di colpa. Leggevo i loro post e piangevo, leggevo i loro post e mi sentivo meno sola e soprattutto capivo che ero una mamma come tutte le altre e che tante cose non si dicono ma nel nostro intimo certi pensieri li facciamo tutte. Leggere mi ha aiutato a sentirmi meglio e a trovare spunti per sopravvivere alla situazione del non dormire. Ma non solo, i blog mi hanno fatto crescere in maniera diversa, ho scoperto Montessori, Steiner, ho scoperto come essere più creativa ho scoperto migliaia di punti di vista diversi e nuovi modi per essere una mamma più attenta alla crescita della sua piccola.
Ad un certo punto ho sentito la necessità, quasi terapeutica, di avere un mio blog, di scrivere la mia esperienza di mamma e di donna. Un posto dove raccontarmi, dove raccogliere le mie sensazioni, i momenti, le idee, i dubbi, un luogo virtuale dove appuntare questa fantastica avventura (e da qui il nome del blog appunti di mamma). 
dal mondo dei blog si ha tanto da imparare e se sono la mamma che sono oggi è sicuramente merito di un blog.


sotto l'elenco dei blog che mi piacciono