mercoledì 2 aprile 2014

Giorgio Gaber presentato ai ragazzi

Non è sempre facile presentare ai ragazzi i cantautori di vecchie generazioni, che hanno fatto la storia della canzone italiana e che, purtroppo, rischiano di non essere conosciuti dai giovani assorbiti solo dalla musica passata attualmente per radio.
Un esempio? “il signor G” ,così come veniva chiamato dai suoi estimatori il grande Giorgio Gaber, cantatutore e chitarrista, ma anche attore e regista teatrale scomparso nel 2003.
L’idea per proporlo è racchiusa in un bel libro di Claudio Comini  edito da Curci  in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber, dal titolo Luigino. Un’estate con zio Sandro, Mariù e Giorgio Gaber.

LuiGino

Il protagonista del racconto, Luigino o Gino per gli amici, è figlio di un ricco avvocato di città che decide di passare le vacanze con uno zio “matto” e adorabile che vive in un cascinale tra le colline toscane. In questo contesto Gino scopre un nuovo modo di apprezzare la vita e soprattutto fa nuove riflessioni sulla vita, l’amore, la libertà ma anche sulla politica e la solitudine.
Queste riflessione si affacciano seguendo il filo conduttore tracciato dai bellissimi testi di ben 15 canzoni di Gaber delle quali si può sentire l’esecuzione originale nel cd allegato.
Luigino è un libro che va letto lentamente per potersi soffermare su ogni testo, su ogni melodia e su ogni messaggio che “il signor G” ha portato nelle sue canzoni e nella vita di chi le ascolta. Un libro destinato ai ragazzi ma anche ai genitori che vogliono ripercorrere un passato che inevitabilmente ci conduce a quello che siamo oggi.
Un anteprima del libro e, come sempre, delle tracce da ascoltare, potete trovarla qui

2 commenti:

  1. Wow!!

    Mi sono riaffacciata di recente nel mondo blogger e mi rendo conto di essermi persa un sacco di bellissimi post!!

    Grazie per questo specifico post...e per tutti gli altri che ora vado a divorare!!

    Un abbraccio

    Marika

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.