giovedì 13 giugno 2013

Il lavoro nobilita le mamme

Eravamo rimasti ad un mese e mezzo fa, quando ho trovato lavoro, o forse a 8 mesi fa, quando è nata la mia piccolina di casa.....insomma i mesi stanno volando alla velocità della luce e le ore di una giornata non bastano per le cose essenziali figuriamoci per gli hobbies (ed ecco che i tempi dei miei post sono moooolto larghi). Conciliare tutto è dura anzi diciamo assolutamente impossibile, tanto che ci ho serenamente rinunciato. Ed ecco lavatrici che si accumulano, piatti che aspettano per esser lavati, cassetti vuoti perché le robe non ci sono, quattro salti in padella e post nella mente che non vengono scritti e restano lì nel cassetto.

La vita di una mamma che lavora è decisamente più complicata, ma io trovo abbia diversi aspetti positivi. al di là della questione economica che, diciamoci la veritá, fa comunque tirare un sospiro di sollievo, ci sono tante sfumature che da mamma casalinga ti sfuggono. 
Prima fra tutte riesci finalmente a delegare, senza sensi di colpa, semplicemente lavori e quindi non hai altra scelta se non chiedere aiuto.
Impari che una mamma è indispensabile, ma se alcune ore al giorno non ci sei i tuoi figli sopravvivono lo stesso. 
E poi c'è il tempo per te stessa che, per assurdo, tanto faticavi a trovare quando eri sempre in casa. Scopri che riesci a scegliere con attenzione l'abbigliamento ogni mattina mentre prima eri sempre in tuta, scopri che riesci a truccarti tutti i giorni, quando ormai credevi che il make up facesse parte solo delle rare occasioni, scopri che le tue ginocchia non sono più abituate ai tacchi, che dopo 4 anni di scarpe basse davvero devi rifarti i muscoli.
Scopri che c'è ancora una parte del tuo cervello adibita ad altri pensieri che non siano pappe, nanna e pannolini. 
Scopri che, nonostante il tuo primo pensiero sia correre a casa perché le tue bambine hanno bisogno di te e tu di loro, quel tempo di lavoro ti aiuta a riorganizzare la donna che c'è in te, ti aiuta a sentirti anche altro e questo, nonostante la fatica di gestire tutto, ti rimette in equilibrio con te stessa. 

7 commenti:

  1. Sono proprio d'accordo con te! Spesso, diventando mamme, dimentichiamo di essere anche donne, donne che hanno anche -perchè no?- bisogno e diritto di lavorare, truccarsi, mettersi scarpe col tacco, fare due chiacchiere con amici o colleghi ecc. ecc. A volte, lavorare non è solo un modo per guadagnare soldi, ma anche tempo per noi stesse, per quella parte di noi, che facilmente capita di dimenticare sepolta da pannolini, body e biberon. E' meraviglioso essere mamme, ma non dimentichiamo di essere anche moooooolto di più e ne trarranno beneficio anche i nostri bambini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, è proprio quello di cui la maternità ci fa dimenticare ;-)

      Elimina
  2. Boh non so che dirti. Sarà che io ho sempre lavorato, sarà che, lavorando a pochi metri da casa, ho fatto solo 1 settimana di maternità per entrambe le gravidanze, ti dirò che mezza giornata di lavoro me la toglierei volentieri...
    Tutto sommato posso dire di essere stufa.
    Penso che gli eccessi stanchino in entrambe le direzioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il mio è un parere da part time ;-)

      Elimina
  3. Concordo pienamente, ma devo dire che io non ho mai vissuto la casalinghitudine.
    I sensi di colpa, però, li ho anche lavorando!

    RispondiElimina
  4. d'accordo al 100%. e non solo i nostri figli sopravvivono lo stesso, ma qualche ora con altre persone gli fa bene, è uno stimolo, un'esperienza importante. l'unica cosa difficile è riuscire a trovare un equilibrio con un orario lavorativo non troppo massacrante, che sia in accordo con gli orari di scuola e asilo. purtroppo non è quasi mai possibile, specie qui in Italia.

    RispondiElimina
  5. non potrei essere più d'accordo, ho ricominciato da poco a lavorare dopo 8 mesi di inattività, e anche se è stato bellissimo dedicarmi completamente a mio figlio per tanto tempo (anche se prima lavoravo part time, quindi comunque stavamo molto insieme) ora apprezzo anche tutte le sfumature del dover passare otto ore fuori casa e di dover essere anche altro e non solo la mamma di gnomo!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.