giovedì 18 ottobre 2012

41 settimane compiute

Sono ancora qui, con la pancia, con te dentro, con tua sorella che ti aspetta con ansia e con me e il tuo papà che non stiamo più nella pelle.
oggi sono 41 più uno, ma a quanto pare, anche dalla tua crescita, questa data presunta parto andava ricalcolata e quindi siamo più indietro....insomma si aspetta ancora.

Ma io ti aspetto già da tanto, le valigie sono pronte da un bel pò e ogni giorno mi chiedo se sia quello giusto e invece ne passa un altro ancora.
per un pò credevamo nascessi prima e del segno della vergine come la tua sorellina, poi ci siamo detti "no questa sarà bilancia!" e adesso si prospetta una scorpioncina.
i giorni passano, la curiosità su come sei è sempre più grande, la voglia di abbracciarti infinita.
la tua sorellina ti nomina sempre, ormai fai parte di lei, della sua famiglia, fa mille domande, oggi mi ha chiesto se nella mia pancia oltre all'acqua ci sono i giocattoli....evidentemente pensa ti stia annoiando.

siamo qui, ad immaginare come sarà la nostra vita tra qualche giorno, a percepire che tu, con il tuo io stai volutamente facendoti attendere per darci già un idea della tua personalità e per prenderti lo spazio di attenzione che ti spetta.
quante telefonate, quante domande, tutti mi chiedono di te, tutti ti aspettano.

Cara pupetta, un giorno ti racconterò questo ultimo mese della tua attesa, un mese che sta coincidendo con un'altra importante avventura che sta per iniziare il tuo papà, anzi la nostra famiglia. una svolta lavorativa che attendevamo da tantissimo tempo e che forse arriverà contemporaneamente alla tua nascita.

I giorni passano e tutto procede per il verso giusto e io....io non vedo l'ora di osservarvi abbracciate e poter dire "Vi amo figlie mie!"

5 commenti:

  1. Io sto seduta vicino a te e aspetto con te.
    Dai, ti racconto una storia? ;-)

    RispondiElimina
  2. Che bel periodo...
    Ricordo con nostalgia quei giorni così intensi di aspettativa...
    <3

    RispondiElimina
  3. in bocca al lupo, ormai è questione di poco!

    RispondiElimina
  4. in bocca al lupo!!!ti auguro tanta felicità!!

    RispondiElimina
  5. Ma ne fai di movimento? Se ce la fai cerca di farti una piacevole camminata in un posto tranquillo, senza traffico, magari in mezzo al verde, ma... sempre con qualcuno che possa assisterti e portarti in ospedale all'occorrenza! A me aveva giovato molto. Forse non c'entra niente ma un giorno prima di partorire, ovvero il giorno della scadenza, complice un'energia incredibile e ancora tanta voglia di fare e grazie al fatto che non mi sentivo stanca, ho camminato tanto a piedi nel centro storico della mia citta', ho preso la macchina, sono andata a prendere mio marito in stazione. Il giorno dopo ero morta dalla stanchezza, mi sentivo strana, con dei dolorini tipo mestruazioni che dovevano venirmi... in realta' erano le avvisaglie di pretravaglio! E dopo poche ore e' nata la mia dolce bimba! Dai coraggio, prova a fare esercizio fisico che aiuta ad accellerare il processo fisiologico.
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.