domenica 11 marzo 2012

introspezione di un blog

sono dentro, dentro di me, chiusa nei miei pensieri, nelle mie emozioni, chiusa in una bolla di vetro, ad osservare lentamente e senza timore l'evolversi delle cose. non riesco ad esprimere le mie emozioni e forse è per questo che faccio fatica anche a buttarle giù nel mio luogo preferito: il mio blog. ci sono momenti in cui non sai spiegare, non vuoi spiegare o semplicemente non trovi le parole per farlo, è un momento in cui questo spazio bianco che tanto lasciava fluire i miei sentimenti in caratteri di un post, non riesco a riempirlo. e ti chiedi come mai questa fatica, tu che del blog hai sempre avuto necessità tanto da renderlo una piacevole abitudine che pensavi non si sarebbe mai più sradicata. e invece no, qualcosa accade, inaspettatamente, e ti ritrovi in un' altra dimensione del tuo essere che non riesci a condividere col mondo, perchè in questo momento senti che va bene così. senti che sei in equilibrio, senti che è un equilibrio precario e che potrebbe bastare un passo falso perchè le ansie, le paure, le emozioni negative prendano quel sopravvento a cui tu non vuoi lasciare spazio. e non passa giorno che non pensi al blog e al perchè hai dimenticato come si scrive, perchè non lo fai, perchè non senti l'esigenza di farlo. sono una lettrice silenziosa dei vostri blog, un osservatrice delle nuove giornate del web, una musicista che sta cercando di trasmettervi quello che mi accade attraverso la musica e le canzoni. con le parole in questo momento riesco a dire ben poco, davvero non riesco ad esprimermi, immersa in una dimensione strana che mi protegge e allo stesso tempo mi aiuta a pensare positivo. ho tanto da raccontarvi, non sono ancora pronta per farlo ma questo blog, i miei lettori, le mie amiche blogger, sono sempre nel mio cuore.

9 commenti:

  1. Perfettamente comprensibile che a volte si vogliano tenere degli stati d'animo o delle esperienze per sé, specie se non sono ancora chiari neanche a noi stessi...

    RispondiElimina
  2. a volte può capitare: le parole possono non essere sufficienti per esprimere un'emozione.
    ma come hai scritto si può comunicare in altri modi, la musica in testa.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Io sono stata malissimo nelle ultime 2 settimane perchè avrei voluto scrivere e raccontare qualcosa di intimamente mio, ma non ci sono riuscita. La pagina del mio blog rimaneva imperturbabilmente bianca davanti a me.

    RispondiElimina
  4. come ti capisco!!! ma va bene così, scrivere sul blog deve essere un piacere non un obbligo
    ti mando un abbraccio cara simply :)

    RispondiElimina
  5. ci sono passata ... a volte bisogna elaborare per poi fare chiarezza.
    Ti aspetteremo.

    RispondiElimina
  6. Forza Symplymamma ogni cosa ha il suo tempo e poi a volte la musica parla più delle parole ;)

    RispondiElimina
  7. nella stessa barca...
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. a tutte semplicemente grazie!!!

    RispondiElimina
  9. Mi hai preceduta di poco: e' un periodo cosi' anche per me (vedi il mio post di stasera).
    Solo ce non capisco come mai..... tu almeno ti dai una spiegazione!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.