mercoledì 22 febbraio 2012

una...nessuna...centomila

oggi questo pensiero invade la mia mente...una...nessuna...centomila!

concetti difficili da spiegare a parole...estremamente chiari dentro di me.

chi sono io? ora?

quante parti di me ci sono, quali sopravvivono, quali non esistono più?

perchè alcune non esistono più. purtroppo. e non so quanto sia recuperabile o no, e non so se mi sbaglio o no ma ora, in questo esatto momento alcune me sembrano essersi dissolte nel nulla. e forse proprio quelle me che mi stavano estremamente simpatiche, quelle me che amavo.


non le trovo...perse e purtroppo non è solo il tempo o la maturità o l'ineluttabilità del cambiamento...qualcuno ha fatto in modo che sparissero, qualcuno nonostante i miei richiami, i miei tentennamenti, i miei segnali ha fatto finta di non guardare e di non capire.

perchè purtroppo alcune persone ti cambiano, consciamente o inconsciamente,
probabilmente sei semplicemente tu che ti adatti a loro e modifichi il tuo essere.
un giorno, due...per poi ritrovarti dopo anni ad essere un'altra e magari quel qualcuno ti dice pure "non sei più la stessa" e tu lo sai che non hai la forza di dire "non è vero"
perchè tu davvero non sei più la stessa.

e intanto aspetti, aspetti che quella delusione che ti accompagna al risveglio ogni mattina venga smentita.
e intanto aspetti che quel sogno in cui non credi più si realizzi...ma quel sogno non dipende da te e sei stufa di essere appesa al filo di scelte altrui.
sei stufa di subire la sofferenza dell'ignavia di un altro.
sei stufa di pensare che hai sbagliato proprio la cosa che non dovevi sbagliare e che per ora la via d'uscita   non c'è perchè sei sola....tu e il futuro dei tuoi figli.

sono centomila...nelle idee, nei sogni, nelle scelte di opportunità...
sono nessuna... nei giorni in cui non mi alzerei dal letto per non vedere la solita giornata...
una...quella che deve seguire questa strada senza voltarsi, senza chiedersi se c'è altro...per ora posso solo percorrerla e aspettare. perchè il mio momento arriverà.
al tuo, al nostro mi dispiace ma ormai non ci credo più.



7 commenti:

  1. Mi dispiace sentirti così,davvero. Non so a cosa ti riferisci di preciso, mi dà l'impressione a tuo marito ma magari sbaglio. Qualunque cosa sia però cercala in te la forza per fare la tua giornata diversa, cercala nella tua bimba. E non dico di fare chissà che, ma semplicemente fregatene di quella vocina che ti dice che ormai è così, fregatene e esci, mica devi andare chissà dove ma esci, fatti una passeggiata, fai la spesa prendendo tutto quello che ti va come un bimbo che guarda gli scaffali, vai con la cucciola ai giochetti, andatevi a fare una bella colazione tu e lei come due amiche. Lo so che queste cose non risolvono il problema ma la vita è una e le scelte fatte giuste o sbagliate che siano ci sono e allora tantovale divertirsi, godersela questa vita perchè indietro non si torna ma avanti si va e si può andare come si vuole. Non sei sola, hai te stessa, i tuoi valori, la tua passione per la musica, hai la tua bimba. Sorridi, anche se dentro non te la senti.
    A me questo video ha toccato il cuore, penso sia da guardare ogni giorno, se ti va di dargli un'occhiata è qui http://lacasettadelleidee.blogspot.com/2012/02/mai-mai-sottovalutare-limportanza-di.html

    Scusa se ho scritto così tanto, spero di non averti dato fastidio, un abbraccio, frà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie amica...è che certi momenti non si riesce a modificare il flusso dei pensieri. hai ragione, quanto hai ragione e il video è davvero toccante...sono quelle le cose che davvero non danno via d'uscita. un abbraccio

      Elimina
    2. Lo so che in dei momenti è difficile crdere che possa andare diversamente, e lo so perchè anche io ho provato quella sensazione di vuoto e di insoddisfazione a cui credevo che non ci fosse via di uscita. Ne ero convinta, era così e basta, avrei provato quella sensazione di vuoto sotto sotto sempre, anche se avevo quello che volevo. Poi un giorno è successo che è cambiato tutto, così all'improvviso, senza che nessuno mi avvisasse, è successo tipo nei film di Natale che uno guarda sogna e non ci crede. Però a me è successo per davvero, sono diventata un'altra, così di colpo, ho capito che non potevo distruggermi per le cose irrisolvibili ma che avevo una quantità impressionante di istanti davanti che potevo davvero vivere, senza quel mezzo nodo perenne che mi sentivo in gola. Ho capito che avevo in mano la vita mia, di mio marito, dei miei bimbi e ho deciso che io mi sarei divertita ogni giorno, che la mia famiglia era fatta dei miei più grandi amici e non di bambini che ti fanno sentire stanca ed ho iniziato ogni giorno a essere felice con loro. Per carità non mancano i giorni in cui piango come una cretina perchè sono stanca ma mentre prima vivevo aspettando un determinato giorno per essere felice, tipo che ne so l'inizio delle vacanze, ora ogni giorno posso fare la nostra felicità.
      Vabbè se il post di prima era lungo questo è indecente ;) . Lo so che non ci conosciamo ma se ti va di sfogarti e non ti dà fastidio io se vuoi ci sono anche per mail :) .

      Elimina
  2. A-n-i-m-o! :-)
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Coraggio, nessuna scelta sbagliata è definitiva... Anche se a volte la via d'uscita sembra non esserci. Trova il coraggio dentro di te e ritrova quelle te stesse che tanto amavi. Sono nascoste in fondo a te, non possono essere sparite. E, un consiglio, cerca di ritrovare anche la persona di cui ti sei innamorata. Anche in fondo a quell'uomo che hai a fianco ci dev'essere il ragazzo che hai amato.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e no cristiana così mi fai piangere....un abbraccio!!! sapete che vi dico che si parla tanto di crisi, lavoro, crisi, lavoro ma poco si parla di quanto questa stia incidendo sulla qualità di un rapporto di coppia, di un matrimonio, di una famiglia. che forse tra qualche anno ne usciremo ma poi conteremo i danni di tutto ciò che ha causato a livello di affetti personali.

      Elimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.