martedì 14 febbraio 2012

la coppia ai tempi di un figlio




oggi è San Valentino, la festa degli innamorati, una festa che ho sempre adorato e che, diciamolo pure, col tempo si è un pò affievolita. la corsa al regalo...il bigliettino romantico...la cena a lume di candela...passa tutto in secondo piano...e quasi quasi non mi arrabbio più se il mio amore non mi porta le rose rosse.

più che il tempo che passa il vero cambiamento arriva con i figli.
in una noto parental show alla domanda della presentatrice "quante coppie sopravvivono ad un figlio" uno psicoterapeuta e sessuologo ha risposto "nessuna, la coppia si trasforma necessariamente in famiglia o meglio in tre coppie distinte". 
purtroppo a quelle parole ho dovuto annuire col capo, perchè credo che sia vero...la coppia, quell'entità esistente prima della nascita di un figlio è destinata a modificarsi, a ritrovare un nuovo equilibrio e non essere mai più la stessa.
nonostante prima che questo accada sia convinta che il tuo amore è il più forte del mondo e che "per noi tutto sarà come prima" "queste emozioni le vivremo per sempre"...devo ammetterlo non è così. 
poco o tanto che sia qualcosa cambia inesorabilmente.
che questa sia una cosa positiva o negativa credo dipenda dalle aspettative personali o da come si intende l'amore.
ecco, a me mancano tante cose di quella coppia, ma ce ne sono oggi tante altre, positive, che prima non c'erano.
prima era molto più facile entusiasmarsi, guardarsi negli occhi cancellando il mondo intorno, lasciarsi andare  ai propri sentimenti da un'attimo all'altro.
ora tutto è fatto da momenti giusti, che non ci sono mai, da un ruolo, quello di marito e moglie che inevitabilmente deve cedere il passo a quello di mamma e papà. 
incontrarsi (dove per incontrarsi intendo l'essere solo coppia) diventa un'arte, è come se migliaia di variabili devono mettersi in ordine perfetto come l'ultimo livello di un tetris . 
se c'è lui, non ci sono io, se ci sono io non c'è lui, se ci siamo noi, c'è la bambina...insomma per la coppia è davvero un impresa ritrovare anche uno spazio piccolissimo fisico e mentale.
di contro superata la crisi iniziale ritrovi una stabilità emotiva che non conoscevi, ritrovi un rispetto profondo per l'unione che hai creato, i litigi sono più rari e meno eclatanti, si acquista una maggiore capacità di esporre un problema e risolverlo in due...e magari si litiga ma il muso non lo si tiene più, si supera e si va avanti, più uniti di prima.
dopo la nascita di un figlio, avviene un terremoto nella coppia, e se i primi tempi la mancanza di spazio sembra un dramma, pian piano ci si abitua e tutto si dilata, tutto riprende una nuova conformazione.
è un cambiamento forte, lo si vive, lo si osserva, ci si adegua e si rinasce nuovamente, ci si ritrova diversi ma più forti e ad un certo punto guardi i ragazzini innamorati come qualcosa lontana...li osservi baciarsi su una panchina, sorridi e pensi...è proprio come diceva mia madre: "passerà anche per voi"
poi ti volti guardi tuo marito, guardi tua figlia  e scopri la forza della solidità...stai per dirgli "ti amo" ma improvvisamente ti ritrovi a dirgli "ma oggi ha mangiato tutto o no?"

e io oggi voglio fare gli auguri di San Valentino a tutte le coppie diventate famiglia...a tutti gli innamorati che oggi credono di non esserlo più come una volta e invece semplicemente basta molto meno per dimostrarselo.
Buon San Valentino !


aggiornamento: il mio amore stamattina si è presentato con una rosa rossa, un bel bigliettino e un invito a cena.....smentisco tutto....sono queste le cose che adoro!!!



13 commenti:

  1. Buongiorno e auguri :) ! In parte sono d'accordo con te, nel senso che è difficile quando ci sono i bimbi trovare lo spazio fisico come prima, anche una cena tranquilla o un bel filmetto visto per intero, però non sono d'accordo con lo spazio mentale, almeno io un pò mi sento ancora la ragazza di 21 anni che si è baciata per la prima volta con il ragazzo di 19 anni in spiaggia, e anche se adesso di anni ne abbiamo 31 e 29 noi siamo sempre gli stessi, quelli dei pianti alla stazione quando partivamo con i treni. I nostri bimbi sono l'estensione dei nostri sogni di allora, reali adesso. Buonissima giornata :) !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanti cari auguri....e w l'amore!

      Elimina
  2. bel post...ai ragione basta poco per festeggiare...anche in famiglia...

    RispondiElimina
  3. non serve san valentino per far crescere e ricordarsi di amare ...l'amore è come un fiore che va innaffiato e coltivato ...e si è vero con l'arrivo dei figli tutto questo viene un pò sconbussolato ...ma sta a noi cercargli il posto ...per non dimenticare che amiamo....buona giornata....un sorriso.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so però san valentino è un pò come fine dell'anno che ti fa pensare a come stanno le cose che volevi fare, ai progetti. in questo caso mi fa un pò riflettere su come sta e su come è cambiata la nostra coppia rispetto agli anni passati.

      Elimina
  4. Io e mio marito abbiamo un vantaggio/svantaggio, ci siamo conosciuti da ragazzi e in 22 anni ne abbiamo passate davvero di tutte. Per questo diventare genitori è stata l'ennesima piega del destino, non un vero shock. I tempi del romanticismo sono lontani ma qualche sorpresa riusciamo ancora a farcela e stasera ceneremo tutti e tre a lume di candela. Adesso ho ben due uomini che mi coccolano!
    Auguri per la serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie marzia...che bel commento! questo significa accettare i cambiamenti della vita.

      Elimina
  5. è vero che la coppia cambia inesorabilmente dopo la nascita dei figli, e che certe cose ci mancano. secondo me però non bisogna mai farsi sopraffare completamente ma lasciarsi - appena possibile - uno spazio anche piccolissimo: un'oretta per guardare la nostra serie preferita dopo che i bimbi sono andati a nanna, approfittare di quella volta al mese che vengono i nonni a trovarci per andare al cinema o a cena fuori (da quando è nato il secondo bimbo ovviamente abbiamo smesso ma riprenderemo...). Detto questo, un figlio ti costringe ad un cambiamento vistoso ed improvviso, ma la vita di coppia cambierebbe comunque, perchè il tempo passa e le persone cambiano. preferisco molto di più i cambiamenti "forzati" a quelli lenti e quasi impercettibili perchè i primi ci fanno guardare al futuro e ci mettono alla prova, i secondi invece portano solo con se la nostalgia di qualcosa che non c'è più. tantissimi auguri! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto hai ragione...è un cambiamento brusco che ti impone di ritrovare un equilibrio. tanti cari auguri anche a voi.

      Elimina
  6. auguri anche a te!
    è vero, la coppia con i figli si allarga, forse si modifica... ma l'amore si moltiplica!
    o almeno è quello che noi cerchiamo di fare...

    baciotti

    RispondiElimina
  7. Finalmente un bel post di S.Valentino!
    Il mio, di amore, invece e' tornato a casa e ha fatto esattamente le solite cose..... ovvero niente!
    Ah, si: ha buttato la pasta e l'ha scolata..... Poi, DOPO qualche mia lamentela, ha acceso le candele.....
    Buona S. Valentino a voi!

    RispondiElimina
  8. Volevo dire: bello perche' e' vero. Verissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah sì....bisogna essere realiste...innamorate ma realiste ;-) auguri cara!

      Elimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.