venerdì 27 gennaio 2012

questo blog oggi tace



Un paio di scarpette rosse
(Joyce Lussu)

C'è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro
quasi nuove:
sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica
"Schulze Monaco".



C'è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buckenwald
erano di un bambino di tre anni e mezzo
chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni
ma il suo pianto lo possiamo immaginare
si sa come piangono i bambini
anche i suoi piedini li possiamo immaginare
scarpa numero ventiquattro
per l' eternità
perché i piedini dei bambini morti non crescono.

C'è un paio di scarpette rosse
a Buckenwald
quasi nuove
perché i piedini dei bambini morti
non consumano le suole.

11 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami se ho postato e cancellato il mio commento. All'apertura del tuo blog non mi era apparso il testo sotto alla foto. Avendo un cucciolo la tua poesia mi ha fatto tremare al solo pensiero di quello che quei maledetti hanno fatto ai bimbi.
      Mi dai una dritta? Come si fa ad avere il contatore delle persone che stanno leggendo il tuo blog di lato?
      Grazie e buona giornata

      Elimina
    2. immaginare il dolore delle mamme e sei loro bambini è terribile!

      vai a questo sito e segui le indicazioni, devi solo inserire il codice html tra i gadget del tuo blog http://whos.amung.us/
      buona giornata anche a te

      Elimina
  2. Bellissima la poesia, non la conoscevo.
    Bella anche la foto. :-)
    Bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere leggere che è un argomento di cui tutti abbiamo bisogno di parlare, tu hai scelto una poesia che è un modo delicato di affrontarlo ma una poesia con parole forti.
    Se ti va di passare da me e lasciare un tuo pensiero in merito mi fa piacere... mi chiedo quando sia il momento giusto per parlarne ai bambini senza turbarli.

    RispondiElimina
  4. Ho le lacrime agli occhi se penso ai miei bimbi e a tutti quei bimbi... da brivido!

    RispondiElimina
  5. Per un attimo non ho respirato

    RispondiElimina
  6. ... senza parole..
    ps: se passi da me cè una cosa per te.
    http://piccolamamma.blogspot.com/2012/01/2-blog-2-premi.html

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.