lunedì 5 dicembre 2011

my spirited child: il manuale d'istruzioni l'ho trovato dopo tre anni

Raising Your Spirited Child: A Guide for Parents Whose Child Is More Intense, Sensitive, Perceptive, Persistent, and Energeticavrei dovuto leggere questo libro 3 anni fa, forse sarebbe stato tutto un pò più semplice.
non so se avrei agito diversamente ma una cosa è certa avrei capito che tipo di bambina è mia figlia e soprattutto che non è un’aliena. molti bambini, infatti, presentano le caratteristiche racchiuse nel termine inglese spirited child tradotto da Serena e Silvia con bambino amplificato (e il libro mi è stato consigliato proprio da loro), quante volte ho letto i loro post e mi dicevo: “sembra che parlino di mia figlia” e quando ho letto che per i genitori che hanno dei bambini così “vivaci” il libro della Kurcinka è la bibbia, non mi sono scoraggiata e ho iniziato a leggere dall’inglese (non c’è la traduzione in italiano) ben 460 pagine (google translate santo subito)
in realtà non sono nemmeno a metà ma già dalle prima pagine mi ha sorpreso per la meticolosità con cui descrive mia figlia.
è lei! rientra in pieno in tutte le caratteristiche caratteriali descritte. e se fino a qualche giorno fa avrei considerato separatamente le varie problematiche di tutti i giorni (nanna, cibo, scuola, uscite, vivacità, ipersensibilità e altre mille sfumature) oggi comprendo che i suoi modi di agire fanno parte di una stessa personalità, sono caratteristiche di uno stesso insieme e che tutto ciò che istintivamente ho fatto in questi 3 anni era la cosa giusta da fare.
la Kurcinka descrive questi bambini come more, più vivaci, più ostinati, più sensibili, più percettivi e difficilmente adattabili ai cambiamenti rispetto ad altre tipologie di bambino.
- la cucciola non sta mai ferma, sin da quando era appena nata. non siamo mai riusciti a tenerla in braccio con tranquillità.
- il sonno è un terno al lotto e chi conosce questo blog sa come sono incerte le mie notti e quanto è ostinata nel non voler dormire
- è sensibile a qualsiasi tipo di rumore o luce e da sempre, quando lei dorme, tutto deve tacere altrimenti la nanna è finita
- la sua mente è un radar che capta qualsiasi stimolo giunge alla sua mente impedendole di rilassarsi, ecco perchè non siamo mai riusciti a farla dormire in macchina o in passeggino o in luoghi dove ci fosse confusione...silenzio e buio due imprescindibili necessità per riposare bene
- è ingestibile nei luoghi pubblici come centri commerciali, feste, pizzerie...si fa prendere da tutto ciò che gira intorno e non la fermi più
- non accetta i cambiamenti: se sa che stiamo andando a casa della nonna anche fermarsi a prendere il latte crea un tragedia
- non ama le routine...puoi provarle tutte ma non saprai mai quando si addormenterà. quando si sveglierà. se mangerà e cosa vorrà mangiare.
- non crolla mai, più è stanca più si ipereccita finchè non piange disperata per qualsiasi cosa


queste sono solo alcune delle caratteristiche che ho ritrovato leggendo il libro ma vi assicuro che ce ne sono tante altre e che ogni frase che traduco sembra scritta apposta per noi.
non mi resta che proseguire la lettura per imparare ad adottare le strategie migliori.


e che si fa per i figli...non avrei mai creduto di leggere un libro intero in inglese!



3 commenti:

  1. Io e l'inglese non abbiamo proprio un buon rapporto, per fortuna dei sintomi che descrivi solo pochissimi posso ricondurli ai miei bimbi, credo di aver scampato il pericolo bimbo amplificato... anche se a volte non riesco proprio a gestirli.
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  2. io penso che non ci sia libro che tenga ...nel senso che ogni genitore trova la strada per la sua famiglia ...strada che gli viene suggerita dal proprio cuore ...un libro come qualsiasi altra cosa ....da e ti offre magari l'eperienza di un genitore il che significa che quello che va bene per quel bimbo non possa andare bene anche per il tuo....ma logicamente ogni genitore cerca di capire tutto pu di riuscire a fare il più antico e faticoso "mestiere" di questa vita .....

    RispondiElimina
  3. Mi interessa e non sai quanto!!! Ma io e l inglese.... Mmmm... :(

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.