sabato 3 dicembre 2011

la domanda che non ti aspetti

vi ricordate la famosa zia P. quella che mi fece scattare la molla di una dieta drastica con le sue pungenti parole? sempre lei oggi mi ha fatto una domanda a bruciapelo, tra l'altro davanti ai miei suoceri, 
"ci state provando a farne un'altro?" e io imbarazzata sono riuscita a rispondere il mio "veramente no!"
"no dai, non lasciatela sola!"
ecco in poche parole come cogliere un punto nel segno.
non sono pronta, ci penso ogni giorno, cerco la mia risposta, ma per ora non la trovo.
il tempo passa, passano i giorni, passano i cicli, ma ancora non me la sento, se è normale non lo so.
molte donne, dopo un aborto hanno la forza di riprovarci subito dopo, io no.
io vorrei, non vorrei, ma dai aspettiamo che mi schiarisca le idee....
e chissà se me le schiarirò mai e chissà se ci sarà davvero quel momento in cui la voglia di un secondo figlio sarà più forte di tutti i miei pensieri.
se allontano lo sguardo e penso a mia figlia adolescente, mi rattrista immaginarla senza un fratello o una sorella...non mi piace. ma se penso che devo riaffrontare tutto, gravidanza, parto, incrociando le dita perchè tutto vada bene, bè mi blocco.
e sono ferma, come lo sono in molti lati della mia vita, ora.
e sono ferma aspettando una risposta che non c'è.
e sono ferma e forse chi se ne importa, "ogni tempo arriva" dicono. 
e forse questo non è ancora il momento per riaprire uno spiraglio, non è ancora il momento per ricominciare...o forse dovrei solo mettere a tacere i miei pensieri. forse.

14 commenti:

  1. Io e te ne abbiamo parlato, tu sai come la penso, lo sai per quello che ho scritto e per quello che ho fatto. Ho vissuta la gravidanza con tanta ansia, poca di quella magia che aveva caratterizzato l'attesa di Filippo, ma posso dirti ora che nonostante tutto, nonostante le sofferenze dell'ultimo periodo, quando tengo tra le braccia il piccolo Edoardo mi rendo conto che ne è davvero valsa la pena. Ecco, io posso dirti che vale la pena, ma non posso convincerti. La tua risposta la troverai tu. L'importante è che ti ricordi che non c'è nulla di sbagliato in te e nei tuoi pensieri. RICORDATELO!

    RispondiElimina
  2. @mammamogliedonna con le lacrime agli occhi: grazie!

    RispondiElimina
  3. quando sarai pronta lo saprai!
    alle persone come tua zia rispondo secondo il caso con:
    e tu quando ti trovi uno che ti si pijà?
    e tu quando fai un figlio?
    e tu perchè non hai avuto figli? non te ne venivano?
    e tu quando te fa i li ca77i tua?

    RispondiElimina
  4. Dai cara, cerca di stare tranquilla, vedrai che quando sara' il momento lo saprai...intanto ti lascio con un post che parla proprio di cosa rispondere a queste personcine impertinenti:
    http://frolliniacolazione.blogspot.com/2011/12/e-voi-quando-fate-un-bel-bambino.html
    :-)

    RispondiElimina
  5. @mammasuperabile hai ragione! ahahah!
    @sfollicolatamente vado a leggerlo

    RispondiElimina
  6. oh ma grazie per essere passata. Per me purtroppo non è la domanda che non ti aspetti, bensì la domanda che sono stanca di sentirmi fare. Cara solo una cosa: non colpevolizzarti mai qualsiasi sia la tua scelta. okkei? baci

    RispondiElimina
  7. Secondo me il fatto di riprovarci o meno dev'essere una cosa naturale, una "scelta" che avviene senza pensarci. Anche a me piacerebbe che Tia avesse un fratello o una sorella, ci ho provato ed è andata nel peggiore dei modi, chissà se ci riproverò, ancora non so... io poi non ho molto tempo, sono "vecchietta", e allora penso che se dovesse restare figlio unico non sarà una grande tragedia, avrà tutto il nostro amore e quello di molte persone che incontrerà nella sua vita. Conosco figli unici che vivono molto serenamente e persone con fratelli e sorelle con cui non hanno nessun contatto per anni che vivono la loro condizione con molta difficoltà.

    RispondiElimina
  8. @lizzina hai ragione, pienamente. e che delle volte si vorrebbe poter avere una sfera di cristallo...

    RispondiElimina
  9. @ilaria pedra vero son stata già abbastanza fortunata che è venuta fuori 5 mesi dopo (anche se qualcuno l'ha fatta anche subito)e comunque non si fanno ste domande.

    RispondiElimina
  10. cara simply,non ti preoccupare, lascia che tutto avvenga spontaneamente...quando sarà ( e se sarà ) il momento lo capirai.
    Nessuno ti può dare una risposta.
    Ma tu non ti devi fare nessuna colpa.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. cara simply, non tormentarti con questi pensieri. Sai cosa penso io, non ti aspettare che esista un momento giusto, un momento in cui uno si sente pronto. Come si può esserlo pienamente per un evento cosí grande? io cercherei piuttosto di capire quando e se è proprio no. E poi metterti il cuore in pace. Coraggio!

    RispondiElimina
  12. quello che voleva essere la mia risposta in pratica te l'hanno già scritto sopra ....il momento e se ci sarà un momento te lo puoi solo dire te stessa ..non c'è consiglio e suggerimento che noi possiamo darti ...dipenderà dal vostro cuore ...perchè un figlio non dipende solo da te ..ma da entrambi ....dolce domenica ..un abbraccio

    RispondiElimina
  13. A volte ciò che ci sembra egoistico è semplicemente ciò che ci fa stare bene. Ci sono scelte che si fanno per se stesse, come donne, non come madri o mogli. Sono sicura che le risposte arriveranno col tempo. E qualunque strada sceglierai sarà quella giusta.Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. @adry "per se stesse, come donne..." già forse in questo momento sto tutelando la donna...

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.