sabato 26 novembre 2011

quando le notti sono lunghe e i sogni sono incubi

la notte appena trascorsa è stata lunghissima, la cucciola si è svegliata mille volte ed è stata completamente attiva (avremmo potuto anche andare a giocare) dalle 4 alle 6 e 30.
eppure io sono una veterana delle notti insonni...ormai non le conto neanche più...eppure mi fanno star male.
affrontare la giornata con solo qualche minuto di riposo mi strema.
sono nervosa e inconcludente, sbadata. addirittura ho fatto andare la piccola all'asilo con le scarpe invertite :(
i suoi difetti notturni sono anche i miei, anche io ho il sonno leggero, anche io fatico a riaddormentarmi e così un semplice risveglio può trasformarsi in un'ora di veglia.
il nervosismo sale, ti sembra una tortura cinese, la parola dormire è così poco scontata nella mia vita.





e quell'ansia da mancanza di sonno te la porti dentro, nei sogni che si trasformano in incubi.
stanotte ne ho fatto uno che mi ha spaventata, tanto.
e come una bambina mi sono svegliata senza voler più dormire, con la paura di riaddormentarmi e ricominciare quel brutto sogno
ho acceso la luce mi sono seduta sul letto e volevo fosse già mattino, col sole che dipana tutte le paure.
erano solo le tre, mi sentivo indifesa e impaurita.
e anche se il cervello lentamente tornava alla realtà di un letto caldo, di specialpapi sul divano a gestire la sua tosse e della cucciola nella sua stanza pronta per il prossimo risveglio, mi chiedevo se i sogni vogliono dirci davvero qualcosa o sono solo frutto della nostra immaginazione.
mettono insieme i pezzi dell'inconscio...ma perchè il mio inconscio è così catastrofico?

ho preso il libro dal comodino e mi sono messa a leggere per condurre la mia mente altrove. dove?
nel blog. si perchè il libro attualmente sul comodino è quello di claudia, un esempio di determinazione e organizzazione che in questo momento sembrano non far parte della mie giornate.


oggi è una giornata così, di malumore, di pessimismo, come tutte le volte che non dormo.
il sonno condiziona la mia vita e il verso dei miei pensieri...e i sogni, almeno quelli, dovrebbero essere sempre belli, con la S maiuscola.
insomma una nottata da dimenticare anche se la mia mente torna a pensarci
ma voi ci credete ai messaggi dei sogni?

10 commenti:

  1. Che cosa stai fantasticando? Lo sai che di notte vengono le migliore idee? Su su ...simply :D

    Ps: Mi spiace che non riposi la notte :(

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace tanto però dai non demoralizzarti...lo so facile a dirsi difficile a farsi mannaggia!
    Cmq se può consolarti abbiamo due cose in comune: anche io sto leggendo il libro di Claudia...ho attuato per il momento il consiglio di svegliarmi un po' prima degli altri e di apparecchiare per la colazione la sera prima, ma lo sai che sono fantastici!!!
    E stanotte ho fatto anche io un sogno orrendo, quando stamattina l'ho raccontato a mio marito ci é rimasto male pure lui!
    Dai forza :) !

    RispondiElimina
  3. la mancanza di sonno è devastante a lungo andare.... e i brutti sogni mi fanno spesso compagnia.. Davide mi chiede sempre se ogni tanto io riesca anche a fare un sogno tra un incubo e l'altro.. saranno lo stress, la stanchezza, le nostre paure che non ci lasciano nemmeno di notte!
    In linea di massima non credo ai messaggi dei sogni anche se a volte .... dovrei ricredermi!
    Tieni duro!
    Un bacio!
    Roby

    RispondiElimina
  4. Impossibile non essere condizionati dalla mancanza di sonno. Io quando non dormo, o quando dormo troppo poco, o semplicemente quando dormo male divento irascibile e nervosa, intrattabile!
    E succede anche a me di avere incubi, soprattutto quando tanti pensieri si accavallano nella mia mente. Quando ci sono preoccupazioni profonde. Stress e soprattutto stanchezza.
    Però non credo che i sogni vogliano necessariamente lanciare il messaggio che dettano. PIuttosto vogliono allertarci di uno stato di malessere interno che dobbiamo cercare di gestire. Dall'inconscio al conscio. Piano piano in modo razionale.
    Io sto andando a nanna... e ti auguro una notte di dolci sogni. Di coccole e tenerezze...
    ti abbraccio...

    RispondiElimina
  5. Come ti comprendo! Anche io se non dormo rasento la follia! Ci sono giorni in cui, dopo una notte insonne a causa del mio piccino, vado a lavorare con un senso di nausea dovuto all'assenza di sonno che mi fa lavorare malissimo (ed io insegno a 27 marmocchi!!). Sono costretta a lasciare mio figlio da mia madre per dormire un pò... e questo mi fà sentire una cattiva madre perchè praticamente in alcuni giorni il mio tempo con lui si riduce...ma come devo fare altrimenti per reggermi in piedi???
    per quanto riguarda i sogni io ci credo fortemente al fatto che vogliano dirci qualcosa: con il tempo ho imparato a leggere i miei. Ho imparato a metterli in relazione alla mia vita, passata, presente e futura. Non credo che vi siano altre persone che possono comprendere il significato dei sogni se non chi li fà, si tratta solo di imparare a leggere i simboli racchiusi in ognuno.

    RispondiElimina
  6. Ti capisco e so cosa stai provando. Io non vedo l'ora che arrivi il momento del sonnellino pomeridiano(anche se dovrei stirare)...Sento che se non dormo non sono quella brava mamma che vorrei essere...l'unica che mi rimane è sperare che crescendo apprezzi il "dormire"!

    RispondiElimina
  7. Io credo che quando siamo molto stanchi e stressati la nostra mente crei una specie di flusso per cercare di resettarsi un po'.

    RispondiElimina
  8. La mancanza di sonno fisiologicamente porta a tutto ciò che tu hai descritto...devi pian piano far crescere dentro di te la SERENITà...devi cambiare prospettiva...anche a me queste ultime settimane non sono state un idillio [per motivi sicuramente diversi]...ma comunque non sono stata la solita me. Ero più cupa, più sbadata del solito, mi dimentico le cose, sono stata molto nervosa, me la prendevo con tutti, non riuscivo a scrivere più nulla sul blog [ed io amo farlo], e sono stata inconcludente nelle mie cose.
    Poi mi sono detta MA TUTTO QUESTO PORTA AD UN GIOVAMENTO?
    quando finalmente dentro di me la risposta è sta NO allora ho cambiato atteggiamento e cerco di vedere le cose da un'altra prospettiva...STAMATTINA MI SONO SVEGLIATA IN MANIERA PROPOSITIVA...tutto ciò ha origine DA CIò CHE PENSIAMO che va ad influenzare ogni cosa della nostra esistenza...bisogna cercare di sbarazzarsi di pensieri inutili, autodistruttivi ed essere presenti a noi stessi e alle cose che facciamo.

    RispondiElimina
  9. La mancanza di sonno fisiologicamente porta a tutto ciò che tu hai descritto...devi pian piano far crescere dentro di te la SERENITà...devi cambiare prospettiva...anche a me queste ultime settimane non sono state un idillio [per motivi sicuramente diversi]...ma comunque non sono stata la solita me. Ero più cupa, più sbadata del solito, mi dimentico le cose, sono stata molto nervosa, me la prendevo con tutti, non riuscivo a scrivere più nulla sul blog [ed io amo farlo], e sono stata inconcludente nelle mie cose.
    Poi mi sono detta MA TUTTO QUESTO PORTA AD UN GIOVAMENTO?
    quando finalmente dentro di me la risposta è sta NO allora ho cambiato atteggiamento e cerco di vedere le cose da un'altra prospettiva...STAMATTINA MI SONO SVEGLIATA IN MANIERA PROPOSITIVA...tutto ciò ha origine DA CIò CHE PENSIAMO che va ad influenzare ogni cosa della nostra esistenza...bisogna cercare di sbarazzarsi di pensieri inutili, autodistruttivi ed essere presenti a noi stessi e alle cose che facciamo.

    RispondiElimina
  10. penso che la notte il nostro subconscio rispecchia quello che la mente vorrebbe realizzare ma non si può per tante ragioni quindi nel sonno molte azioni sono uguali e contrarie al dispiacere che ci arrecano nella vita reale

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.