mercoledì 28 settembre 2011

un titolo per questo post non lo trovo

scrivo, non so bene cosa vorrei dire, cosa vorrei urlare.
so che qui, in questo mondo virtuale qualcuno mi sente in quello reale...in quello non riesco a urlare ne a farmi comprendere.
vuota. così mi sento.
di questi alti e bassi i post ne sono testimoni, che poi i bassi sono veri, gli alti ci sono quando cerco di far finta di non vedere, quando credo all'ottimismo.
ma in fondo la fortuna sembra essersi scordata di noi, forse aiuta solo gli audaci e noi non lo siamo per niente...in un mondo dove vanno avanti gli audaci o i raccomandati per quelli che non fanno parte di nessuna delle due categorie non c'è posto.
e se un uomo e una donna di questa a-categoria decidono di vivere la loro vita insieme non c'è scampo. è la fine.
oggi quelle nostre lacrime mi hanno fatto male, più le tue che le mie (alle mie ci sono abituata, lacrima facile come sono) ma alle tue no.
non ti vedevo piangere dalla morte di tuo fratello (un tumore a 26 anni) e vederti così oggi mi ha fatto comprendere quanto stai male. più di quello che sembrava.
quell'abbraccio di pianto nel pianto è stato duro, tante volte ci siamo detti che siamo una coppia depressa che non siamo più uno d'aiuto all'altro perchè due naufraghi non possono aiutarsi...perchè ci sentiamo entrambi nel fondo di una botte che non riesci a scavalcare.
sono triste immensamente triste...e non so che voglio fare di me, di noi, di questo periodo del...
scrivo questo post perchè le mani vanno da sole, perchè vorrei tanto vedere una lucina almeno per lui, ma sembra che attorno ci sia solo il nulla...e si sprofonda come singoli e poi come coppia. per ora solo come madre e padre ci siamo ma il resto l'ho perso e in momenti neri come questo mi sembra che non ce la faremo mai.

15 commenti:

  1. vi ho visto così dolci la settimana scorsa, ho pensato che tuo marito dovesse volerti un gran bene per accompagnarti a quell'incontro...

    ... mi dispiace molto leggere queste parole...

    ... per quel che può valere, vi sono vicina...

    RispondiElimina
  2. @valepi mi vuole un gran bene e io lo voglio a lui, ma la vita ci sta mettendo a dura prova e tante volte penso che se il nostro amore non fosse forte ci saremmo persi già da tanto tempo. e invece siamo qui, fianco a fianco, ma non ne usciamo.

    RispondiElimina
  3. Certo che ne uscite! Mano nella mano. Primo perché non siete i soli ad affrontare questi momenti di crisi e guardate a quelli che ce l'hanno fatta, non a quelli che si sono dissolti. Nei momenti difficili entro dalle paoline e compro un libro sulla coppia. L'ultimo che ho comprato, alcuni mesi fa si intitola: "Stanchi di camminare... si misero a correre" e già il titolo è tutto un programma. Un altro si intitola "amare davvero, amare per sempre". In questo libro c'è l'immagine di due sposi che attraversano la vita senza scendere dall'asino, che è il matrimonio: a volte si va avanti, a volte indietro, a volte ragliando a volte si sta fermi. Ma sempre entrambi sull'asino. "Cosa importa, verso dove, quanto sia costato se andavate insieme, nella stessa direzione, sostenendovi, accompagnandovi, amandovi?"

    RispondiElimina
  4. a volte lo stress fa brutti giochi ed io ne so qualcosa cara simply, il vostro amore e´ forte e´ superera´ tutto.

    RispondiElimina
  5. non so bene quali siano i vostri problemi.. ma.. in fatto di depressione.. e problemi in genere. capisco come ti senti!
    secondo me sono proprio i duri periodi a metter a prova le coppie.. e se voi siete ancora uniti è semplicemente perchè vi amate. ed è bello.. non si vive di solo amore però... quindi vi auguro di risolvere tutto.. a breve! ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. io che per natura vedo sempre il bicchiere mezzo pieno ti posso solo dire che una fortuna e una certezza entrambi ce l'avete: siete voi due, insieme, forti contro tutti. C'è una canzone di Jovanotti che recita: "Noi due che attraversiamo il fuoco con un ghiacciolo in mano". E' l'immagine che mi hai dato in questo post, in cui purtroppo mi ritrovo in pieno. Ma vedrai che insieme ce la farete, e alla fine sarete più uniti che mai!

    RispondiElimina
  7. Questi momenti capitano spesso anche a noi e sono faticosi in una vita già faticosa. Se credete ancora in voi due, e io penso di sì, ce la farete. E, se necessario, abbiate la forza di chiedere aiuto.
    Ti abbraccio Simply. Forte

    RispondiElimina
  8. tesoro, non dovete mollare!
    se c'è l'amore una speranza c'è sempre... quest'anno vi ha messo a dura, durissima prova... ci credo che siete così provati!
    datevi tempo...
    capita a tutti di passare dei periodi neri, veramente neri (e lo dico per esperienza!)... ma col tempo ed uniti (ed è già una fortuna esserlo!) ce la farete (ce la faremo!)!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. ce la farete, vi amate e riuscirete a trovare il modo di uscire da questo periodaccio...perchè se ho capito bene la crisi non è tra di voi...allora piangete, sfogatevi, parlate, e restando uniti troverete la strada giusta...ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  10. ti capisco, quando i problemi sono fuori, inevitabilmente arrivano anche dentro...i pensieri sono penetranti. non so che dirti..sono nella tua stessa situazione.e con una bimba asmatica. un bacione forte forte.

    RispondiElimina
  11. siete una famiglia unita e di questi tempi è molto! tenete duro simply...ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ciao, capito qui qualche volta a leggerti. Posso dirti una cosa che magari può sembrare strana? Cambiate vita, ripartite da voi tre, dal vostro amore. Cambiate città, magari un piccolo paese dove la vita costa poco e ricostruite il resto, cerca un lavoro che ti faccia sentire bene, anche se non c'entra con quello che hai studiato, perchè io credo che l'unica cosa che nella vita conti davvero sia l'amore e voi siete così fortunati da averlo, il resto fa contorno e può essere costruito ed inventato. Lo so che detta così sembra una cosa da matti ma leggendo i tuoi post si sente tra le ricche una sorta di morsa soffocante, mi sembri soffocata dai tuoi suoceri, dal lavoro che arriva a singhiozzi, o almeno a me pare cosî, magari mi sbaglio e meglio così allora. Scusa se mi sono permessa di fare questo commento senza neanche conoscerti ma in alcune cose che scrivi mi rivedo come mi sentivo prima, poi un giorno mi si sono aperti gli occhi e ho deciso di alleggerirmi e ora ringrazio il cielo di non aver perso altro tempo. Un abbraccio e davvero scusa ancora se quello che ho scritto ti può aver dato fastidio.

    RispondiElimina
  13. Non c'è molto da dire... ti leggo, ti sono vicina.

    RispondiElimina
  14. @care amiche vi sento vicine. grazie per i vostri commenti. mi aiutano.

    @chiara dici una cosa giustissima, stretta in una morsa. sto provando ad uscirci (anche se per ora cambiare città lo escludo) consegnando curriculum per fare tutt'altro che insegnamento e credimi non è facile abbandonare un sogno e cominciare da capo ma lo sto facendo. il problema è che il lavoro sembra sparito!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.