mercoledì 1 giugno 2011

una corda di violino

o forse tre corde di violino sempre pronte a spezzarsi...e si spezzano...
tra i tanti pensieri e problemi quello che la cucciola ci ha sempre creato è dormire...
lei ormai è nella fase dei capricci all'ennesima potenza e io sono nella fase "energia sotto i piedi cerchiamo di sopravvivere anche a questa giornata".
tutto è difficile, qualsiasi cosa le chieda di fare è una lotta, scappa continuamente, si ribella continuamente e per una bambina già iperattiva come lei e due genitori scarichi come noi è dura davvero dura. ieri pomeriggio ho provato ad assecondarla e non farla dormire ma arrivare alle 21 è stato un incubo, ergo ha ancora bisogno di dormire il pomeriggio ma lei lo farebbe facilmente verso le 17 per poi svegliarsi alle 19 e per poi andare a dormire chissà quando, soprattutto considerato che io dalle 21 in poi non connetto più e specialpapi si è letteralmente stancato di trascorrere dalle 22 alle 00 in camera aspettando che Morfeo la rapisca. è difficile.
lei è poi una bambina che chiede continuamente la nostra attenzione, non sa giocare da sola neanche per due minuti e io le dedico tutto il tempo libero che ho trascurando me, casa, cucina e quant'altro. ed è stato così da sempre. poi arriva il momento come ieri sera o come 10 minuti fa in cui mi si spegne il cervello, in cui non tollero questo suo tirare così tanto la corda, sono stanca e senza energie e all'improvviso esplodo...urlo...urlo che si dorme...che non uscirà dalla stanza finchè non dormirà e lei piange piange disperata e io vado in soggiorno e piango... piango dalla rabbia e dal senso di colpa...lei piange, tossisce, chiama il suo papà (che tra l'altro per lo stesso motivo l'aveva appena sgridata dopo un'ora di attesa nella sua stanza e io gli ho dato il cambio prima che sclerasse lui), piange trema quasi le viene da vomitare. e io ancora in soggiorno piango. torno in camera cerco di moderare il tono le chiedo se vuole ascoltare un pò di musica e piango piango insieme a lei. le dico che ha bisogno di dormire le do un bacio, le chiedo di calmarsi e le dico che le voglio bene. le do un'altro bacio e vado via.
ora è di là col suo cd della nanna che suona e forse dorme e io mi chiedo a che serva questa iperbole di nervosismo perchè non riesco a domarlo, se la colpa è solo mia o davvero lei è una bambina che farebbe saltare i nervi a chiunque (per specialpapi la seconda)...ma quanti danni fanno queste reazioni...il suo rapporto col sonno è stato difficile dalla sua nascita per lei per noi, lei non dormirebbe mai, ma noi siamo al limite da tanto tempo e questo è il risultato.

8 commenti:

  1. scusa semi permetto, ma ti consiglio la linea dura, altrimenti quando arriverà il nuovo bèbè rischiate di impazzire.
    io con la mia primogenita ho risolto mettendomi vicino a lei per farla adormentare.
    coraggio piano piano si risolve tutto, crescono e diventano più indipendenti..
    a presto

    RispondiElimina
  2. coraggio tesoro... è difficile.. lo so quanto è difficile... anche la mia giulia da piccola dormiva poco e niente di giorno... di notte era una faticaccia farla addormentare... pian piano ha capito che, a costo di stare li con lei 2 ore (ed è successo!), una volta che la mettevo giù nel lettino, non c'erano salti, canti e balli che tenevano.. si doveva dormire... c'è voluta un'infinità di pazienza.. giorni che la sgridavo ed altri meglio.. giorni che ci metteva 5 min a dormire, altri 1 ora e mezza... notti in cui faceva tutto un sonno ed altre con 2/3/5 risvegli...
    andando all'asilo si è regolarizzata negli orari del sonno pomeridiano, e la sera è molto più stanca...
    so che le hai provate tutte... ma devi far appello alle tue ultime energie per andare avanti e trovare la vostra routine che la convinca che dopo quel rito della sera non c'è altro che la nanna... tuo marito deve aiutarti nel mantenere la calma, devi fingere un distacco anche se muori dentro... stai li con lei ma senza lasciarti coinvolgere dal suo pianto, che se ti lasci agganciare è la fine.. è dura, molto... x me lo è stato soprattutto emotivamente, ma qualche risultato me l'ha dato... spero anche a te... e presto che quando nascerà il bimbo/a sarà più complicato...
    scusa i consigli banali... ti sono vicina...
    e ti abbraccio forte forte! coraggio e non mollare!!!

    RispondiElimina
  3. Forza, tutto passa.....
    Anche se e' una bambina che ha un rapporto difficile con il sonno, so che riuscirete a risolvere..... Perche' non provi ad organizzarti diversamente? (magari le avete gia' provate tutte, pero'....lo dico lo stesso!)
    Io a volte, quando sono (o ero, per fortuna) troppo distrutta la lasciavo un po' giocare dopo mangiato e poi la portavo a letto con me. Era agitata lo stesso, pero' almeno io mi risposavo un po' di piu'.....e mio marito capiva. Cosi' ci addormentiamo ancora a volte, abbracciate.
    Soprattutto non ti preoccupare di niente. La cicogna in arrivo sicuramente ti agita i nervi piu' del dovuto! Andra' tutto bene, non ti preoccupare. Forse lei ha soltanto bisogno di sicurezze. Dagliele ora. Presto crescera' e ti stupira'!

    RispondiElimina
  4. concordo anche io nel non arrendersi!
    polso duro.. anche a me scappano gli urli e poi piango.. magari è meglio non urlare..
    dunque io.. tutte le sere do a mio figlio una mia maglia con il mio odore.. prova..
    e prova magar a sdraiarti vicino a lei coccole coccole.. poi nel lettino ancora coccole e poi vai via

    RispondiElimina
  5. Ciao, passavo di qua... la mia secondogenita faceva storione per dormire (io nel letto con lei altrimenti urla, la notte sempre e solo io...) piano piano si sta milgiorando: sempre e solo la mamma ma si è abituata al lettino con le sponde (ritirato fuori, aveva u letto grande come quello della sorella, da adulti ormai) con me a due metri che leggo storie fino ad addormentarle entrambe. Ma è un continuo "mettiti giù, ciuccio duoudou copertina"... nonha ancora due anni... è stata dura e ancora si sveglia la notte... ci vuole tempo e tantissima pazienza.... coraggio che passa. Forse la tua è una "bimba sensibile" come la mia?

    RispondiElimina
  6. no, no, simply, non esiste consiglio che ti si possa dare!!! io so cosa stai passando, capisco i tuoi sensi di colpa, i tuoi pianti...tutto tutto! potrei averle scritte io queste parole e tu lo sai benissimo. L'unica differenza è che i miei figli hanno sempre dormito ...e non è da poco me ne rendo conto! ma fanno sclerare esattamente come la cucciola, per altri versi.
    Posso solo dirti che è dura ma che ogni giorno passa e qualche piccolo passetto avanti lo si fa. probabilmente quando inizierà la materna i suoi orari si faranno più regolari e la stanchezza la faranno addormentare prima.
    Se solo potessimo incontrarci di persona ti farei capire che hai tutta la mia solidarietà...quello che stai passando ora io l'ho già passato e per certi versi anch'ora sfortunatamente...e mi chiedo continuamente quando potrò avere un pò di tranquillità.
    Penso che i sensi di colpa siano una caratteristica comune a tutti i genitori di bambini amplificati!!!
    ti sono vicina, più di quanto tu possa immaginare...tieni duro. un abbraccio

    RispondiElimina
  7. ciao simply, se leggi il mio post di oggi magari ti consoli un po'... comunque quando sia noi che loro arriviamo agli estremi io di solito sono dura e poi mi pento ma non riesco a fare diversamente.
    Dura nel senso che la metto nel letto la saluto e me ne vado, poi lei piange, mi chiama e io rientro nella stanza e faccio la stessa cosa, ma alla terza volta si mette giù e silenzio
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Dai, che per consolarti ti ho lasciato un premio. Lo trovi da me.
    Spero che vada un po' meglio oggi

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.