domenica 5 giugno 2011

un anno senza di te

cara nonna
mi sono svegliata con le lacrime che mi solcavano il viso e il tempo sembra non essere passato e il tempo sembra essersi fermato a quel mio ultimo pianto mentre ti coprivano per l'ultima volta e io pensai "questa è davvero l'ultima volta che ti vedo" e uscii fuori piangendo a dirotto, quasi sorprendendomi per come l'amore per te fosse grande. poi stranamente ho accettato e non mi è più capitato di piangere...forse le giornate sempre piene di cose da fare, di mille pensieri, fosse l'essere mamma....ma oggi no...oggi ho ritrovato tutto lì...i ricordi...i tuo sorrisi..il tuo esserci...con quella dolcezza e apprensione tipica della nonna con la N maiuscola. mi sei mancata tanto nonna. so che da lassù mi guardi e vedi la tua amata cucciola crescere. ricordo ancora il calore della tua mano sul mio pancione...ho anche una bellissima foto di quel momento: io con la pancia, la mia mamma e tu con la mano poggiata....bellissima! come eravamo felici.
a me sembra di aver perso quella felicità. è inutile non mi sento più la stessa, i problemi sono tanti che spesso mi sembra che una soluzione non ci sarà mai. e tutto questo mi fa guardare quelle foto con una strana consapevolezza quella che indietro non si torna e certe cose, certi momenti, certe emozioni e sensazioni le hai perse per sempre.
cara nonna non ho mai più preso i ferri in mano, quella copertina che si faceva strada un quadretto alla volta e lì ferma, quell'arte meravigliosa che ho cercato invano di imparare da te è rimasta lì...assieme ai tuoi gomitoli, ai tuoi ferri, ai tuoi maglioni...alle tue mani.
nonna mi mancano le nostre chiacchierate al telefono io che ti chiedevo "come stai?" e tu la solita risposta "e come vuoi che stia? acciaccata."
cara nonna sono orgogliosa di custodire la tua collezione di ventagli...ricordo come eri felice ogni volta che ti chiedevo di farmeli vedere erano il tuo tesoro. e potrai stare sicura che continuerò a conservarli come il mio più grande tesoro.
cara nonna, mi dispiace per come è andata finire e tu sai a cosa mi riferisco e so anche che da lassù quelle cose ti sembreranno banali chissà se mai un giorno quella persona capirà (dubito) e si renderà conto di tutto il male che ti ha fatto e di quello che ora continua a fare alla mia mamma. sai quando ci penso sorrido credevo che certa gente e certa cattiveria esistesse solo nelle telenovelas che guardavi tu con tanta assiduità...alla fine qualche personaggio sei riuscito a farlo materializzare...
cara nonna l'anno scorso quando entrai nel fioraio per prenderti dei fiori mi guardai intorno e scelsi un meraviglioso mazzo di girasoli.
e anche oggi ti porterò quei fiori....perchè per me è il fiore che più ti rappresenta, rappresenta quello che eri e quelle sensazioni di gioia e di vita che fino all'ultimo sei riuscita a trasmetterci.

mentre piango vorrei che questo post potesse arrivare direttamente lassù con tutto il bene che ti voglio.
un bacio.

6 commenti:

  1. Ti abbraccio. Qualcuno tempo fa mi ha detto che mio padre sapeva cosa stava succedendo in me e che mi capiva. Ora io lo dico a te. Sicuramente le tue parole le saranno arrivate.

    RispondiElimina
  2. un abbraccio cara...portati sempre dentro di te queste emozioni....

    RispondiElimina
  3. emozione allo stato puro!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  4. purtroppo conosco bene quel senso di smarrimento e di mancanza... la mia mamma manca da un anno e mezzo...
    ti abbraccio forte...
    sicuramente da lassù ci sorridono..

    RispondiElimina
  5. Quanto Amore ha lasciato questa Nonna!!!!!
    Semplicemente ... 1 abbraccio grande.

    RispondiElimina
  6. Teeeenera! Come manca anche a me la mia nonna, è un amore insostituibile.
    Oh mamma

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.