venerdì 3 giugno 2011

diagnosi prenatale

non so proprio cosa fare....parlo di tutte le diagnosi prenatali che spesso vengono consigliate compresa l'amniocentesi.
il mio gine riguardo la traslucenza nucale e tri test già alla prima gravidanza espresse questo parere

Il problema di questo tipo di esame è che la risposta 1 a trecento, per esempio, vuol dire "su trecento bambini con questa alterazione uno è sicuramente Down" che non vuol dire che il tuo lo sia. La risposta 1 a 2000 vuol dire che "su duemila bambini con questa alterazione uno è Down", ma questo, anche se è più rassicurante, non vuol dire che tuo figlio non lo sia.In altri termini fra una probabilità e una certezza c'è una certa differenza. 


quindi mi disse "se sei decisa fai direttamente l'amniocentesi che ti dà una certezza".
ma è rischiosa ed allora avevo 30 anni e secondo lui non era necessario sottoporsi ad un rischio così alto.
la mia cucciola è sanissima.
ora son passati tre anni e mi ritrovo nella stessa situazione...non ci sono casi in famiglia...siamo giovani anche se comunque si parla sempre di 33 anni e ho mille dubbi in più
nonostante la mia prima gravidanza sia andata benissimo, ho mille paure in più, forse perchè ora sono mamma con tutte le ansie che ciò comporta.
e sono indecisa...perchè ho paura di una probabilità che qualunque sia il risultato mi farebbe dire "comunque non è detto!" e ho paura di un amniocentesi non giustificata perchè conosco diverse persone che hanno avuto problemi in seguito a quest'esame.
e mi ritrovo a pensare.... a pensare...senza uscirne.
consigli?

23 commenti:

  1. E' un dilemma molto sentito! Credo che la questione va spostata e bisogna farsi un'altra domanda: cosa farei se fosse down? Una mia collega ha voluto sapere prima, perché voleva sapere prima, anche se l'avrebbe comunque tenuto.
    Altre mie amiche non l'hanno voluta fare, perché decise a tenerlo nononstante tutto. Una bidella lo voleva sapere, perché non l'avrebbe voluto. Qualcun'altra l'ha fatta ed è andata bene. Alcune non l'hanno fatta, perché giovanissime, ma il bimbo è down e lo amano alla follia. Non ti ho aiutato, lo so. Ma a volte la scienza non ci aiutata ad essere serene.

    RispondiElimina
  2. In realtà non è proprio così.
    Eliminando il tritest che non viene più fatto, ora c'è il bitest, che è vero dia un risultato statistico, ma comunque fatto in base alle analisi del tuo sangue. Inoltre la translucenza nucale, da sola, e fatta da un bravo ecografista, dà molte più certezze di un semplice numero statistico.
    Io ti consiglio di farla, soprattutto la translucenza, che è l'esame più importante.
    L'amniocentesi è tutto un altro paio di maniche, è una decisione troppo personale da prendere.

    RispondiElimina
  3. E' una scelta personalissima, che spetta a te e a tuo marito.
    Io sui miei figli non avrei mai fatto un esame invasivo, come l'amniocentesi, che comporta un rischio di aborto.
    Ho scelto di fare solo le tre ecografie di ordinanza.
    Nemmeno io ti ho aiutato... però ti abbraccio virtualmente.

    RispondiElimina
  4. Io di Di sono rimasta incinta a 33 anni. Ero indecisa esattamente come te. Non trovavo pace. La mia migliore amica incinta anche le era decisa per l'amniocentesi.
    Alla fine ho deciso di fare così: ho scelto il centro migliore della regione e lì ho fatto la traslucenza nucale e il tritest (allora era tritest). Avevo fiducia nell'ecografista. E con fiducia ho creduto al suo giudizio. Secondo lui non c'era ragione per un'amnio.
    Non so se ti ho aiutata. Ti capisco comunque, rimanessi incinta adesso dovrei riconvincermi di nuovo dalla strada da tenere.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Secondo me, come ti hanno già detto, il punto sta nel capire per quale scopo vorresti fare queste analisi. Se fossero per prevenire-guarire un problema già in gravidanza allora ci si fa un pensierino, ma se sono per sapere in anticipo qualcosa che sarà allora cambia la domanda.
    Noi abbiamo deciso fin da subito che avremmo accolto i bambini che sarebbero venuti, per questo la nostra decisione su questo tipo di analisi é stata molto semplice. Conoscere in anticipo e correndo rischi eventuali problemi non avrebbe aggiunto ne tolto nulla (un pò come sapere se é maschio e femmina, voglio dire lo vuoi sapere per farti un'idea ma in fondo non ti cambia nulla).
    Credo che a volte siamo molto spaventate da eventuali problemi fisici, malformazioni etc che vogliamo evitare. Ma poi forse non pensiamo che ci sono altri problemi (forse più grandi) che si potrebbero presentare sul cammino dei nostri figli. E la maggior parte delle volte non possiamo evitarli, cosí come molte altre cose. Penso che non abbiamo il diritto né la saggezza di sapere quali condizioni possano favorire -a noi e ai nostri figli- una vita felice. In fondo la Vita é un mistero, la gravidanza una scatola chiusa. Per chi ci crede, si tratta di affidarsi e fidarsi di qualcosa di più grande...Coraggio!

    RispondiElimina
  6. ne avevamo gia' parlato vagamente, ma ti ribadisco quello che penso e ho poi scelto per me.
    io la traslucenza, il bitest e come cavolo si chiamano alla fine ho deciso di non farle, non faro' nemmeno l'amnio, ma morfo e basta.
    e' stata una meditazione che mi ha tolto sonno (come se ne avessi in abbondanza :D ) ma alla fine sono serena cosi.
    io rifiuto questa cultura di controllo travestito da progresso che vuole insinuarci quest'ansia di onnipotenza: puoi sapere prima, puoi fare, disfare. decidere, pensarci e ripensarci.
    no, non siamo onnipotenti, e questa tensione a mio avviso non porta a nulla di buono. ci fa spostare lo sguardo dal senso vero delle cose. la vita non e' perfetta, gli esseri umani non sono perfetti. e noi, benche' diamo la vita non siamo onnipotenti.
    fare un figlio e' stato per me un atto di fiducia nella vita, quindi con serenita' ho decis di affidarmi a quello che la vita mi portera'.
    fare queste indagini mi puo' mostrare PARZIALMENTE quello che avverra', ma neanche tutto, appunto. questa indagine in particolare ti da' dei risultati rispetto alle sindromi piu' comuni, ma se proprio dobbiamo entrare nello specifico, tante sono le malformazioni e problematiche che puo' presentare un feto e poi un bambino. e allora? che si fa?

    io mi affido. e affrontero' tutto quando sara' il momento. questa volta, piu' che con momo e' stata dura, perche' pensavo che questa volta coinvolgo anche lui in questa mia (nostra) posizione. qualsiasi cosa verra' sara' un dono anche per momo,ma anche un'incognita da affrontare. ma anche questo fa parte del gioco della vita, no?

    RispondiElimina
  7. Tutto dipende dalle ragioni che ti portano a fare questo tipo di test... Io comunque avrei portato avanti la gravidanza ... e poi non rivelano tutto... alcune volte fanno preoccupare inutilmente... io non le ho fatte... è andata bene... In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  8. A me la ginecologa disse che se cper me non faceva differenza avere un figlio sano o Down, visto che comunque l avrei tenuto era inutile fare esami invasivi o farsi mettere l ansia da orobabilita assurde, tanto se il test dovesse dire anche uno su due, non sai se tuo figlio sarebbe malato o meno, io ho scelto di non fare nessun esame oltre le eco e la morfo!!!!ovviamente come tutte ti hanno detto la decisione e tua!

    RispondiElimina
  9. Io ho deciso di fare l'amnio perchè non vivevo bene la gravidanza, tutti mi dicevano andrà tutto bene, ma io in fondo volevo sapere se così fosse realmente. preferivo sapere prima che non il giorno del parto stesso se c'erano problemi. Prenditi il tempo che ti serve e solo tu sai cosa devi fare. un abbraccio

    RispondiElimina
  10. seppur è dura ti consiglio di non far lamniocentesi.. se la gravidanza procede bene. nell'eco è tutto ok, gli esami precedenti sono ok.. e in famiglia non avete down.. non farla!!!!

    RispondiElimina
  11. Per la prima gravidanza non avevo dubbi, nessun test, in ogni caso il mio bambino lo avrei tenuto!
    E' nata una bellissima Tiranna sana e dolce.
    Con la seconda mille dubbi, ormai c'era la tiranna in famiglia e qualsiasi scelta avrebbe influenzato anche la sua vita.
    E se non era sano? cosa avrebbe comportato per lei?
    Alla fine non ho potuto farla, perchè mi avessero dato il 99% di possibilità che mio figlio sarebbe stato sano, avrei passato i restatnti mesi a pensare a quel singoli 1%.
    Meglio non sapere per me!
    :) ma tu sei giovane, non ci sono precedenti e tutto va bene.
    Non preoccuparti e vivi serena la gravidanza.
    E auguri!

    RispondiElimina
  12. Cara anche io ho le tue stesse ansie, abbiamo la stessa età, e aspettiamo il secondo figlio...si proprio il secondo e questo penso moltiplichi le normali ansie di una appanzata per 100...perchè avremo 2 nani a cui pensare e non più uno solo...certe paure quando aspettavo Deo non le ho mai povate!!!
    Io nella prima gravidanza avevo fatto solo il bitest, stavolta le gine mi ha suggerito anche il tritest...e questo mi ha messo un po' di ansia...ma alla fine non bisogna dimenticare che non sono esami certi, ma solo probabilistici, quindi il mio consiglio è quello di non farti angosciare troppo dal loro esito...cerca di vivere serena la tua gravidanza...e per natale avrai tra le braccia uno dei regali più belli della tua vita!!!!

    RispondiElimina
  13. Dunque come sai io ho avuto il mio maghetto un po' avanti negli anni, ormai è normale, ma cmq una gravidanza a 38 anni con parto a 39 è sempre da tenere sotto controllo...il mio ginecologo mi consigliò di fare l'amniocentesi prorpio perchè i test avrebbero fornito solo dati statistici e non certezze, mentre noi volevamo dei risultati sicuri e non per decidere per un aborto, affatto, ma perchè volevamo esserne consapevoli e pronti. ho fatto l'amnio allo studio del mio medico, di cui ho piena fiducia e adesso che ho partorito ne ho ancora di più, anche se vista l'età in una struttura pubblica avrei avuto l'esenzione ho preferito pagare e non poco, per fare il tuttto con il mio medico, non ho avuto alcun tipo di problema, ne durante l'esame, ne dopo, non è stato affatto dolorosa, non è durata che 15 minuti in tutto tra preparazione, prima eco, seconda eco e prelievo, il prelieco è durato pochissimo, forse un paio di minuti e se mai dovessi avere un'altra gravidanza rifarei tutto serenamente, perchè vedi la cosa più importante è la tua serenità...la mia nasceva dal fare le indagini, la tua dalla tua scelta, che anche se tua non devi prendere da sola...tu infondo al cuore sai sicuramente cosa non vuoi...da questo ciò che vuoi se ti va poi leggi da me i miei post in merito ti abbraccio forte forte e se poso esserti utile in qualsiasi modo dimmi...baci :)

    RispondiElimina
  14. Scelta difficile, lo so. Io ho fatto due figli in etò "a rischio" ma ho deciso ugualmente di non fare amniocentesi o bitest, perchè qualunque fosse stato l'esito non avrei abortito. Credo che il nocciolo della decisione stia proprio nella scelta in caso di malformazione.
    Quoto interamente il commento di Caia, anche io ho lasciato che la vita scegliesse il suo destino, perchè cmbatterla per noi sarebbe stato devastante, ma sono scelte personali, ovviamente.
    In ogni caso un forte abbraccio!!
    vistodalei.splinder.com

    RispondiElimina
  15. @tutte grazie amiche. anche se non siete riuscite a sciogliere i miei dubbi mi avete fatto capire che queste mie ansie sono normali alla seconda gravidanza. ho letto che anche molte di voi alla prima non ci pensavano. ed è strano perchè proprio il fatto di pensarci così intensamente mi mette un'ansia in più (e se è un sesto senso?) e invece no è normale, è normale perchè 3 anni di maternità ti hanno cambiate per sempre, nonsono più la ragazzina della prima pancia quella per cui tutto era rosa e fiori e nulla poteva accadere. rifletterò ancora rileggendo e rileggendo i vostri commenti e trovando la strada dentro di me e dentro di noi come coppia.
    grazie ancora.

    RispondiElimina
  16. nessun consiglio, ma la mia esperienza...
    quando è stato di giulia la dottoressa, davanti un risultato del tri-test incerto, ci disse: dovete solo pensare ad una risposta? abortiresti se fosse down? se no, lascia stare e stai serena... la gravidanza è come un uovo di pasqua, non sappiamo "cosa" ne viene fuori finchè non è ora di aprirlo... ad esempio: vedo che ha due occhi, ma non sappiamo se vedranno... vedo le orecchie, ma non sappiamo se sentiranno...
    tutto questo mi tranquillizzò... incrociai le dita ed in cuor pregavo che la mia bimba stesse bene...
    ora non so che farei davanti ad una nuova gravidanza... forse l'amnio la farei, o forse no...
    in cuor tuo la risposta la sai...
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  17. @kikka meravigliosa la tua gine....

    RispondiElimina
  18. ....io l'ho fatta...
    in famiglia un cugino down da parte di Papo....la certezza di volerlo fare e il dubbio se nel caso tenerlo o no...e le bimbe erano due...!!!...quindi due 'buchi'...che poi con uno solo è riuscito a fare prima una e poi...giu in fondo anche l'altra...!!!!paura....
    paura...ma l'abbiamo fatta....non ti dico l'attesa del risultato....i pensieri...e se ci dicono che c'è un problema.....credo che l'avremmo affrontato una volta nate le bimbe....
    è una scelta difficilissima....

    RispondiElimina
  19. Ho letto ieri sera e commento solo ora un bel problema,neanche io saprei cosa fare,scusa ma non ti sono molto d´aiuto

    RispondiElimina
  20. Io l'ho fatta!
    Tra mille ansie e mille paure!
    Ma una prima gravidanza a 38 anni va tenuta sotto controllo. Io l'ho fatta non per decidere se abortire o no. A quello non ci ho mai pensato. L'ho fatta per essere preparata.
    Un'amica a 23 anni al primo figlio non aveva fatto nessun controllo. Quando è nato il bimbo e ha saputo che era down lo shock è stato molto forte.Tale da portarla quasi a rifiutare il piccolo.
    Io non volevo correre questo rischio.

    La decisione è difficile e molto personale.

    RispondiElimina
  21. cara Simply, io con il primo non ho fatto nessun esame extra, a parte le ecografie...non volevo sapere nulla! Con la seconda gravidanza avevo ancora più paura ma non volevo comunque fare nulla...poi la mia ginecologa mi ha consigliato di fare l'esame della traslucenza nucale e il duotest...mi ha convinta dicendomi che serviva più per il personale medico durante il parto...sarebbero stati preparti alla nascita in caso di bambino down che può presentare problematiche al cuore che vanno affrontate in una certa maniera.
    Allora l'ho fatto, anche se non ti dava comunque la certezza del risultato.
    Sono decisioni difficili...affidati al tuo istinto. baci

    RispondiElimina
  22. in termini di rapporto rischio/beneficio, il buon senso dice che è ragionevole far eil tritest e solo in caso di rischio alto far el'amniocentesi. io ho 35 anni, sono alla seconda gravidanza (e quindi avere un figlio down avrebbe una ricaduta oltre che su me e mio marito, anche su l'altro mio figlio) ma ho avuto un rischio di 1/4500... perchè fare un'amniocentesi, con un rischio dell'1% di aborto? purtroppo a priori non puoi sapere cose è meglio fare, puoi solo ragionare sui rischi, ovvero sulle probabilità. è l'unica cosa che la scienza è in grado di stimare. per il resto, sono anche scelte personali che dipendono da quanto TU e la tua famiglia siete disposti a rischiare: meglio rischiare un aborto ma avere la certezza di una diagnosi? questo lo potete sapere solo voi. se ti interessa, avevo scritto un post su questo tempo fa: http://cosmicmummy.blogspot.com/2011/01/gravidanze-di-serie-b-e-perche.html

    RispondiElimina
  23. Anche io sono rimasta incinta a 33 anni e non sapevo cosa fare!! il mio ginecologo mi aveva parlato della possibilità di fare un esame non invasivo e ho deciso di fare quello...mi aveva spiegato che i risultati erano comunque affidabili ma non c'era nessun rischio di aborto!!
    non volevo correre anche quell'1% di rischio di aborto che si aveva con l'amniocentesi...ora il piccolo Matteo è nato e sta benone!!
    Ovviamente la scelta è personale..

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.