giovedì 3 marzo 2011

riflessioni in una notte di temporale

...e inizi ad aver paura dei tuoni e dei rumori strani (tipo la signora di sotto che sposta i mobili) e scappi, e corri chiedendomi "mamma chi è?"
 e stanotte hai avuto paura...il primo vero temporale che ti ha fatto paura...mi hai chiamato piangendo (io ero già sveglia aspettando di capire se ti saresti svegliata o no) e in meno di un secondo ero nel tuo letto mentre mi dicevi piangendo:
"mamma chi è? il tuono? la nuvoletta?"
"sì amore la nuvoletta che si è scontrata con un'altra nuvoletta..."
e ti ho abbracciata...e mi hai abbracciata...forte forte!!!
hai smesso di piangere e io pensavo...mentre pioveva così forte che sembrava che non avrebbe smesso mai più...pensavo che vorrei proteggerti da tutto, dalle tue paure, dai pericoli, dai tuoni e dai fulmini, dal terrore....vorrei stringerti a me sempre pensando che quell'abbraccio ti terrà sempre lontana da qualsiasi sofferenza...da qualsiasi lacrima.
vorrei stringerti così sempre...proteggerti dal male che ci circonda, proteggerti dalle brutte notizie...da chi uccide...da chi violenta...da chi abusa...da chi fa soccombere..da chi annienta le persone umane. 
vorrei proteggerti dalla cattiveria...dalle armi...dalle bombe che sembra sempre che da un momento all'altro anche la nostra generazione scoprirà quanto fanno male....
...vorrei proteggerti da coloro che dicono "combatteremo fino all'ultimo uomo"
...che senso ha?...
...questa umanità che continua a non capire dov'è il bene e dove il male...che continua a non dare valore ad ogni singola persona umana....nonostante la storia insegni di cosa siamo capaci
...amore mio, cucciola mia...vorrei garantirti un mondo sicuro, un mondo felice, un mondo dove nessuno ha fame, dove nessuno ha sete...vorrei garantirti un mondo che rispetta la natura, che rispetta il bello, che rispetta la vita...e in quel mio abbraccio amore mio...nell'abbraccio di ogni madre che stringe al petto suo figlio...quel mondo esiste...e io ti proteggerò con tutto l'amore che ho.

9 commenti:

  1. solo da quando sono diventata madre ho sentito con tutta me stessa lo stridore del mondo. attonita mi guardo in giro e mi chiedo se riuscirò a proteggerlo. e secondo me pensarci non è essere apprensivi ma realisti.

    belle parole le tue

    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post... come diventa grande il desiderio di diventare invincibili quando si tratta di proteggere i nostri piccoli dal più piccolo timore o pericolo.

    RispondiElimina
  3. come non condividere quello che dici. In questi giorni poi che la cronoca ce ne fa sentire di tutti i colori. mi chiedo.....se tutti i genitori la pensassero così e si comportassero di conseguenza...non dovrebbe essere facile?!

    RispondiElimina
  4. Mi hai commossa Simply, hai scritto delle parole così belle e profonde che mi hai emozionata. Hai ragione sai, anche io vorrei trovare il modo per proteggere i miei figli da ogni dolore, da ogni paura e soprattutto vorrei tanto che loro vivessero in un mondo degno di essere chiamato tale... Certe cose si capiscono solo quando si ha tra le braccia una creatura indifesa che per ora vede in noi tutto il suo mondo.
    Grazie per aver condiviso con noi questi bellissimi pensieri!

    RispondiElimina
  5. E' bello il tuo post. Leggendo le notizie degli ultimi mesi (ma ormai da sempre) me lo sono spesso detta anch'io...E gli altri? Ci aiuteranno a proteggere i nostri ragazzi?...

    RispondiElimina
  6. come una leonessa protegge il suo cucciolo!
    Sei sempre così profonda nelle tue riflessioni...un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Eh, si.... ho anche io le stesse sensazioni, spesso, quando la piccola Micro ha bisogno di me... Ma come mai diventiamo cosi'... cosi'.... cosi'..... CHIOCCE????? (come dice mio marito!) Sara' normale, saranno gli ormoni, sara' il grande amore per i nostri cuccioli.... Lui mi rimprovera spesso, dice che "devono imparare a cavarsela": non ha tutti i torti, tuttavia.... vorremmo sempre poterli proteggere da tutto e da tutti! Facciamoci forza, e raccontiamoci come hai fatto tu, senza remore e pregiudizi: SIAMO CHIOCCE, E ALLORA???? Siamo anche donne pensanti, persone, lavoratrici (io non ancora, ma ne ho bisogno come l'aria che respiro!) e mamme con i pensieri da mamme. C'e' qualcosa di male?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. @mammadesign credo che tutte dentro siamo chioccie...l'importante e non dimostrarlo ai nostri piccoli. la loro autonomia e indipendenza sarà la cosa migliore che potremo insegnarli (e chissà quanta ansia ci costerà). un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  9. una leonessa, a volte vorrei tanto essere una leonessa : protegge, ma sa anche rendere indipendenti i suoi cuccioli.

    baciuzzi

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.