martedì 28 dicembre 2010

e un anno se ne va!

che anno difficile….è entrato con un problema ed è finito con lo stesso problema irrisolto! ricordo quel 31/12/2009 quando specialpapi tornò a casa dal lavoro poco prima del cenone con la temuta conferma “non ho più un lavoro!”. quanto ho pianto, tanto, tanto, non riuscivo più a smetterla. mi sforzai di sedermi a tavola dei miei per la festa ma con la scusa che la cucciola aveva sonno andammo via prima e alle 23 eravamo a letto…a sentire tutto il mondo che con botti e spumante festeggiava felice il nuovo anno. noi eravamo lì nel letto, ad ingoiare l’ennesima sconfitta, l’ennesima botta, quasi come se un enorme pezzo di marmo ci schiacciasse. mi viene da piangere solo a scriverlo, anzi sto piangendo. eravamo lì a dirci “e adesso che si fa?”.
è iniziato questo 2010, da zero, io con un corso abilitante da fare e lui con tutto da rifare. è stata dura. come siamo andati avanti? con l’ausilio della disoccupazione, e con quei pochi risparmi…meno male che sono nata formica e non cicala! è stato un’anno difficile anche se non dimostriamo la nostra difficoltà, sembriamo sereni agli occhi degli altri, non è così. tiriamo la cinghia al massimo, il nostro motto è bollette e stretto necessario. e per quest’anno siamo sopravvissuti senza mai chiedere 1 euro a nessuno.
poi la lunga malattia della mia cara nonna iniziata proprio a gennaio, aveva sempre sostenuto “io in ospedale non ci vado perchè so che non ci scendo più!” e così è stato, è scesa di lì, 5 mesi dopo, senza vita. e quanto abbiamo sentito la sua mancanza la sera della vigilia di natale, lei che era sempre lì, lei a cui regalavamo quasi sempre una crema o un profumo al muschio bianco, il suo preferito. quel profumo che non ho voluto più sentire perchè è il suo e il suo resterà per sempre.
poi l’ansia nell’affrontare l’intervento della cucciola, credevo che non sarei mai sopravvissuta al suo entrare in sala operatoria e invece è passata. quanto è stata dura. quando è uscita piangendo e gridando mamma, mamma!!! con la voce rauca tanto che urlava. e con quanta dolcezza l'ho vestita, l'ho messa accanto a me nel letto, le ho cantato la ninna nanna del chicco di caffè. si addormentò in un attimo, in quell’abbraccio. com’è stata dura. piango ancora se penso a quei momenti.
è passato. anche se il 2010 si chiude con la notizia di una piccola operazione chirurgica che toccherà a me e l’ansia mi assale di nuovo, ma se ce l’ho fatta a sopportare quella della cucciola quella mia sarà una passeggiata.
la cucciola…lei che è stata l’airbag di questo 2010, lei che ci ha permesso di non accusare colpi, di essere sempre in piedi e di sorridere e di cantare e di giocare.
arriva questo nuovo anno. finalmente. nell’ambito lavorativo forse qualcosa si sta muovendo, ma faccio finta di non accorgermene e di non vedere, non voglio crederci perchè ho paura. mi sembra quasi di sentire che qualcosa di positivo sta per accadere ma faccio finta di nulla e mi chiudo in un silenzio che non vuole ascoltare. è sbagliato, lo so. ma esulterò solo quando davvero è tutto al suo posto, quando davvero questa ondata nera sarà passata. esulterò solo quando davvero ne saremo fuori. solo allora ci crederò. per il resto oltre a voler risolvere la nostra situazione economica da questo 2011 vorrei un’altro regalo…a voi lo posso svelare…
….io vorrei…che quel pennuto bianco col becco lungo lungo che si annida sulle ciminiere…si ricordi di nuovo di me! e questa sì che sarebbe una cosa meravigliosa!

18 commenti:

  1. ti auguro di cuore di realizzare i tuoi desideri!!

    RispondiElimina
  2. sei una donna fortissima e supererai anche questo tuo intervento (spero non sia nulla di grave!!!) e ti auguro di cuore che il 2011 ti porti ogni tipo di felicità...da quella lavorativa a quella della cicogna che tornerà a farvi visita...ve lo meritate! davvero! un abbraccio, Melie°

    RispondiElimina
  3. Ti auguro davvero di cuore che i tuoi desideri si avverino. Con il tuo post mi hai commossa, soprattutto quando parli dell'intervento della cucciola e quando dici che è stata il vostro airbag... perchè è così per i figli e con i figli , non so come, si riesce sempre ad essere felici ;)

    RispondiElimina
  4. Carissima, ti auguro che il 2011 ti porti tutto ciò che il tuo cuore desidera. Ti mando un abbraccio "virtuale" forte forte, per e la tua bella famiglia.

    RispondiElimina
  5. Andrà meglio sicuramente! te lo auguro di cuore... Pian piano tutto si sistema e anche la cicogna tornerà a farvi visita...

    RispondiElimina
  6. ti auguro ogni bene e tanta , tanta fortuna, sperando che arrivi presto, anzi prestissimo!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Io ti auguro che tutto possa risolversi, che quello in cui hai paura di credere possa rivelarsi vero, verissimo e bello. Che il 2011 vi porti tanta serenità e tante gioie!

    RispondiElimina
  8. Ricambio la visita per farti sapere che anche se non ti conosco "realmente" ti sono comunque vicina e attraverso le tue parole ho vissuto i tuoi drammi ma anche l'amore che traspare per la tua famiglia, per la vita, la voglia di farcela e di riuscire finalmente a fare un post "strepitoso" carico di gioia ed entusiasmo. Ecco questo è il mio augurio più sentito per un 2011 carico di "botti" felici e fortunati.....Simona

    RispondiElimina
  9. E ne hai, invece, di ragioni per esultare... i piccoli grandi successi di un'eroica quotidianità... vi auguro un 2011... proprio come lo sognate! Un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  10. auguro a te e alla tua famiglia un 2011, pieno di belle cose! un 2011 migliore di quest'anno che se ne va.. ve lo meritate! un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. leggerti è sempre un'emozione! mi commuovi e come sempre vorrei essere lì ed abbracciarti, a dirti che meravigliosa famiglia siete con la vostra forza...spero che ti arrivi almeno il mio abbraccio virtuale e l'augurio più affettuoso per uno splendido 2011! con affetto

    RispondiElimina
  12. Simply, che bella persona sei... intanto un bravissima per l'anno appena passato, perché hai tenuto botta. E poi... io capisco anche il tuo fare finta di non vedere le cose che potrebbero ma non sono ancora, io faccio uguale.
    Non vedo l'ora di leggerti esultare :-D
    Poi a quanto pare siamo in parecchie a dare la caccia alla pennuta... chissà che ci accontenti tutte insieme!
    Auguri di un meraviglioso 2011!

    RispondiElimina
  13. tesoro ti abbraccio forte forte, ho letto il tuo post con le lacrime agli occhi perchè un pò mi sono rivista in te
    ti abbraccio forte forte e ti sistengo se vuoi ci sono
    un augurio di un 2011 sereno, vivo, materno e propsero

    RispondiElimina
  14. Gli anni pari portano sfiga. PUNTO. Non si discute.
    Ergo il prossimo andrà alla grande.
    E mi immagino già STORMI di pennuti che ti planano sul comignolo di casa.
    Ti abbraccio tesoro. Un abbraccio forte e via! A tutta birra!

    RispondiElimina
  15. E che il 2011 ti porti tutto ciò che desideri...dopo un anno del genere te lo meriti! ^__^

    RispondiElimina
  16. Si sistemerà tutto, il periodo nero finirà perchè alle belle persone come te, come voi, devono capitare delle cose bellissime!
    Ti auguro di ricevere tutto quello che sogni e che meriti...e chissà, magari nel 2011 saremo compagne di pancia! ;) Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  17. Non c'è molto da dire davanti a queste cose... ci sarebbe più "da fare", e non so cosa potrei fare per te...
    Posso mandarti tutta la mia ammirazione per la tua forza ed il tuo coraggio. Sono sicura che ti porteranno lontano.
    In bocca al lupo, carissima.

    RispondiElimina
  18. il vostro appoggio, il vostro sentirvi vicine mi fa davvero emozionare. un grazie a tutte voi. e un augurio per un 2011 ricco di tutto quello che desiderate! un abbraccio a tutte!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.