sabato 30 ottobre 2010

piccoli cambiamenti quotidiani: faccende domestiche

ieri sera mi sono dedicata alla lettura dei 4 meravigliosi post collettivi  Ma come fai a fare tutto? pubblicati contemporaneamente da Mammafelice, La casa nella prateria, Genitori crescono e Bilingue per gioco. se non l'avete ancora fatto leggeteli perchè sono davvero interessanti. personalmente queste mamme-blogger non finiscono mai di stupirmi e di aiutarmi a mettere in pratica nuove idee e quindi...prendo appunti.
infatti, approfittando della tregua gentilmente concessami dai malanni di stagione, ne sto approfittando per ricaricarmi un pò e cercare di modificare le cose che non vanno o che comunque contribuiscono a rendermi la vita più complicata o semplicemente rendermi di cattivo umore. e così, dopo il lungo periodo in cui mi sembrava di non avere alcun potere sulle cose che mi circondano, sull'universo fuori e dentro di me, ho deciso di impormi e cercare gradualmente di modificare alcune abitudini, osservando ciò che accade e appuntarlo sul mio blog. questi accorgimenti riguardano diversi lati della mia vita: me stessa, il mio abbigliamento, il mio tempo, la casa, la spesa, la cucina, l'ecologia domestica, le attività didattiche con la piccola. in mente ho tante cose che ho deciso di appuntare in diversi post.
partiamo da ciò che ultimamente mi paralizzava, ossia le faccende domestiche.
ultimamente la casa era un disastro, tra disordine, polvere, piatti e biancheria. mi sentivo sommersa dalle cose da fare senza mai giungere ad un termine e spesso questa situazione ha contribuito al mio malumore.
ho deciso, quindi, di partire da qui, di darmi un'organizzazione, quella che fino a quel momento mi è mancata. ovviamente in rete ho trovato gli spunti giusti e come punto di partenza non poteva mancare l'inesauribile fonte di idee che è la cara Barbara dalla quale ho stampato gli utilissimi planning settimanali e giornalieri. la mia parola d'ordine d'ora in poi è pianificare.
un'altro fondamentale aiuto l'ho trovato sul bellissimo sito casaorganizzata dove il metodo del timer mi ha incuriosito. si tratta di organizzare precisamente e in base alle proprie necessità il tempo che serve per le diverse faccende domestiche cercando di farle rientrare in una sola ora al giorno per quelle quotidiane, più 100 minuti per quelle settimanali (più una tabella personale per lavare e stirare).
faccio un'esempio:
il piano giornaliero prevede 
10 minuti di riordino generale e polvere, veloce.
10 minuti per passare l'aspirapolvere in tutta la casa:
15 minuti per i piatti da caricare in lavastoviglie e piano cottura;
10 minuti per passare velocemente i 2 bagni
15 minuti da dedicare ad una stanza al giorno a rotazione stabilita (e questa per me è stata la cosa fondamentale perchè finivo per tenere sempre pulite alcune stanze e altre venivano trascurate un pò di più)
a questo va aggiunto il planning settimanale da suddividere nelle giornate che si vuole che comprende:
30 minuti per lavare i pavimenti di tutta la casa
30 minuti di pulizie approfondite per ogni bagno
10 minuti per cambiare lenzuola ai letti
20 minuti per pulire a fondo la cucina
10 minuti di riordino approfondito settimanale.
sembra un'esagerazione ma in realtà se si pianificano queste faccende e si segue il timer tutto sembra più facile, perchè si è più rapidi (e ci si diverte anche), non ci si dedica improvvisamente a qualcos'altro ma si termina quello che si è iniziato (mio lato debole) e soprattutto le faccende giornaliere hanno un'inizio e una fine. 

p.s. presa dalla necessità di gestire il mio tempo ho scritto questo post sull'agenda che avevo in borsa mentre ero in attesa dal dentista. perchè anche al mio blog e alla lettura e commento dei vostri vorrei dedicare più tempo. 





10 commenti:

  1. per caso sono finita nel tuo blog e ho letto l'ultimo post.. mi è piaciuto un sacco e vorrei tanto leggere gli altri post! :)
    non sono una mamma sono solo una ragazza di 21 anni, ma è interessante leggere anche queste cose..
    buon weeekend, a presto.

    RispondiElimina
  2. Io optato per la soluzione...signora delle pulizie...una svolta dalla quale non si torna indietro:) !

    RispondiElimina
  3. mi precipito subito sul link che hai segnalato x l'organizzazione delle pulizie di casa. Grazie del suggerimento. A presto.

    RispondiElimina
  4. Io non ho un bel rapporto con detersivi, scope, strofinacci e tutto il resto. Il mio lavoro di giornalista mi offre una vita frenetica all'ennesima potenza ed ora che ho ricominciato (dopo una lunga pausa dovuta alla nascita dei miei bimbi, che ora vanno entrambi alla scuola materna) di tempo da dedicare a loro (ai detersivi etc...) ne ho davvero pochissimo... Così mi faccio aiutare una volta a settimana e io faccio quello che posso... Non sono mai stata una Cenerentola... Anzi, nei primi mesi successivi al trasferimento della mia nuova casa, condivisa con colui che poi è diventato mio marito, stavo sempre con la scopa in mano, strofinacci a portata di mano e aspirapolvere perennemmente acceso. Ma è durato poco ;-)

    RispondiElimina
  5. Hai ragione... ci vuole organizzazione... è complicato sopratutto per una perditempo come me! Leggerò quello che consigli... vediamo se la situazione migliora!

    RispondiElimina
  6. Consigli ottimi, dovrei davvero trovare l'energia per metterli in pratica...

    RispondiElimina
  7. brava, di sicuro essere organizzati semplifica tante cose! dovrei provarci anche io, mi hai dato un ottimo spunto, magari provo a suddividere i compiti come hai fatto tu...già di mio sono una casalinga disperata (nel senso che mi dispero quando devo fare i servizi!) ma da quando mi sono trasferita a casa nuova sono peggiorata...prima nella casa piccola avevo un aiuto, ora in quella più grande mi riduco a fare le cose nel fine settimana, e o mi stresso o trascuro qualcosa! quindi mi sa che volente o nolente mi devo per forza organizzare meglio, grazie per i tuoi spunti! :)

    RispondiElimina
  8. Io sono negata per questi schemi.... ah ah ... mi ricordano la scuola e l'università... ne avrò stilati a migliaia "oggi studio 15 pagine!!!"..... mai... dicesi mai rispettato uno.... noooo io sono o per la grande pulizia o per il metodo Mary Poppins (passo da una stanza all'altra e tolgo tutto quello che è fuori posto, spolvero...) Riesco più o meno a fare tutto..... a volte mi da una mano mia mamma con lo stiro e il consorte con i piatti..... ;) mi leggerò comunque i post consigliati!!!

    RispondiElimina
  9. io nel mio blog ho confessato l'inconfessabile... cioè gli escamotage per cercare di farcela sopravvivendo alle incombenze casalinghe. Perché comunque è dura donne. Molto dura...

    RispondiElimina
  10. Facci sapere come va e soprattutto se riesci a rispettare la pianificazione..
    Magari ci provo anche io.. o forse no... troppo impegnativo!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.