venerdì 22 ottobre 2010

a mali estremi....bloggo!

ultimamente mi sta capitando molto spesso, non appena sento il pavimento scivolare sotto i piedi, mollo tutto, apro il pc e inizio a navigare.
come adesso stavo lavando i piatti, mi ero appena fatta una tisana digestiva (sto poco bene in questi giorni) e da una futile battuta abbiamo litigato. se ne andato sbattendo la porta e io ho preso il pc ed eccomi qua.
: Girls, Internet, Laptop, Womansarà dipendenza, sarà sfogo, sarà che ho bisogno di uscire da questa casa e da questa situazione e questo mi sembra l'unico modo per farlo.
non lo so. la tensione tra di noi è sempre lì dietro l'angolo, ultimamente sogno spesso che litighiamo, anche se non lo facciamo, c'è qualcosa che non va in noi. o meglio fuori di noi, tutti i problemi di cui ho già parlato (qui) ci stanno davvero trasformando. e io ho bisogno di parlarne, di sfogarmi, ma non lo faccio con nessuno, chissà perchè mi sono chiusa così, non lo ero. forse perchè parlarne significa dichiarare il proprio fallimento? non lo so. prima avevo un'amica, una carissima amica nonchè testimone delle mie nozze e io delle sue, ora siamo ancora amiche ma non più quelle di una volta. a lei confidavo tutto, quanti pianti insieme, quante gioie, quante confidenze. ora si parla solo un pò del più e del meno quelle poche volte che ci si sente perchè ci si vede pochissimo.  è stata lei a cambiare, ad allontanarsi esattamente 2 anni fa con la nascita della cucciola e col suo matrimonio. ne ho sofferto molto, ne abbiamo anche parlato e lei sostiene che per lei è tutto normale solo che tra casa e lavoro non ci sono più i tempi di prima. io ho sempre creduto che lei mi vedesse cambiata perchè mamma, quasi come se ora appartenessi ad un'altra categoria ed infatti sono sicura che quando arriverà il suo momento di maternità tornerà tutto come prima. spesso proprio per dimostrarle che sono sempre la stessa quando ci sentiamo evito di parlarle della cucciola (un pò noi mamme abbiamo questa tendenza a parlare solo di quello) proprio per dirle che sono sempre io, con meno tempo e con più casini, ma sono sempre io! ma non è servito a molto e pian piano mi sono allontanata anche io da una persona che ritenevo molto più di un'amica, un punto di riferimento nella mia vita.
altre amiche ne ho, ovviamente, ma con lei era un rapporto particolare. lei era al corrente davvero di tutto di me, sin dai primi tempi delle nostre coppie, dai primi regali di san valentino, dalle prime sorprese che organizzavamo insieme per i nostri ragazzi. forse è stato anche questo il problema non c'è grande simpatia tra i nostri mariti, per la verità neanche a me è mai piaciuto molto suo marito, e questo fa sì che cenette o uscite insieme sembrino sempre forzate per i maschietti. e così eccomi qua. mentre prima avrei preso il telefono e l'avrei chiamata ora accendo il pc e bloggo, leggo, scrivo, e mi sento meglio. 
forse non va bene così o forse è proprio il blog che mi sta salvando da un'esaurimento nervoso (lo so è una parola grossa però lo avverto che dentro di me qualcosa non va), mi aiuta ad allontanarmi perchè tanto i problemi veri non posso ancora risolverli poichè non dipendono completamente da me.
ci sono un'infinità di cose che vorrei in questo momento: un pò di serenità, un rapporto con lui più vero, tutto sembra stia diventando routine. lo sento lontano, mille miglia ad aspettare che i problemi si risolvano per poi potersi amare come prima. ma non è così. la vita è adesso, è oggi con tutti i problemi che ci sono ma anche con la splendida famiglia che abbiamo.
per fortuna c'è la cucciola a cui non si può negare un sorriso, una canzone, una risata, un gioco, una passeggiata. lei riesce a fare uscire la gioia e l'allegria che altrimenti sarebbero sepolte nei nostri cuori.
non so come avremmo affrontato questo periodo se la cucciola ancora non ci fosse. non lo so! forse saremmo davvero in crisi e chi lo sa! però come sarebbe diverso se riuscissimo a farci contagiare dalla spensieratezza anche nei momenti tra di noi. invece no! quando siamo io e lui tutto torna grigio. e noi non eravamo così.

17 commenti:

  1. Ciao!
    Alti e bassi li passiamo un pò tutti, purtroppo, fanno parte della vita, anch'io come te, quando mi sento sotto pressione navigo un pò o faccio qualcosa che mi piace, fai bene a tirare fuori quello che ti tormenta.
    Ora, non ti conosco, ma se hai un bel rapporto con tuo marito, perchè non gli fai leggere ciò che hai scritto qui? Parlarne forse aiuta un pochino ad aprire il nostro mondo all'altro, capirsi meglio per poi ritrovarsi...
    sono contenta di averti conosciuta, grazie per il tuo passaggio sul mio blog, ma tu di dove sei esattamente?
    un abbraccio,
    Amalia

    RispondiElimina
  2. Hai descritto lo stand by (mi piace vederlo cosi) con la mia amica.... Mi manca tanto e sai spesso penso che se lei ci fosse stata ancora nella mia vita come prima io non avrei un blog! Mi manca e glielo ho detto ... anche io manco a lei e me lo ha detto... ma il suo non poter avere bimbi ci allontana...
    Per quanto riguarda la coppia.... parla... non ti chiudere... le parole che non vengono dette finiscono col lasciare dei vuoti enormi.

    PS. Qui continuano le convocazioni... ma nella tua provincia tu non ci rientri?

    RispondiElimina
  3. i momenti tristi t'assicuro passano ,basta avere la forza di superarli .Anch'io avevo un'amica del cuore e più o meno è successa la stessa cosa che è capitata a te ,credo che sia normale quando si hanno interessi e priorità così diverse per cui non me ne farei un cruccio .Concentrati sulla tua famiglia ,è importante che tu riaquisti la tua serenità perchè solo così potrai trasmetterla alle persone che ti stanno accanto .ciao un saluto Chiara
    dimenticavo nel mio blog ho tanti suggerimenti per halloween ,potrebbe essere un'idea per svagarsi un pò .

    RispondiElimina
  4. Ciao!passa dal mio blog..c'è un invito per te!

    RispondiElimina
  5. Ti abbraccio, semplicemente...

    RispondiElimina
  6. ciao simply, anche io quando mi sento così bloggo, prima di avere un blog avevo, anzi ho ancora, il mio diario, mi mettevo a scrivere pagine e pagine e mi sentivo meglio. C'è un però, purtroppo il sollievo è momentaneo e i problemi ahimè è necessario affrontarli e vedere cosa succede. Quando ti sentirai pronta affrontali, cerca di parlare con lui, perchè tenersi le cose dentro potrebbe essere anche peggio, o perlomeno per me è stato così.
    Per la tua amica, non so, è molto difficile, anche a me è successo proprio come a te, e ci sto male , a volte penso che sia colpa sua che non sa cosa significa essere mamma e neanche ci prova, a volte credo che si, sono sempre io, ma sono anche diventata mamma e inevitabilmente sono cambiata. Delle volte credo che solo quando anche lei avrà un figlio forse ci potremo capire veramente.
    Ora scappo perchè mia figlia non mi da tregua mentre sono al pc...
    un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  7. ehi simply allora...prima di tutto un abbraccio...hai fatto benissimo a sfogarti, a dire tutto quello che per te non sta andando bene...i momentacci col marito ahimè ci sono, io mi sento solo di consigliarti di parlare tanto con lui del tuo stato d'animo, chiedigli di fare lo stesso, altrimenti restano solo le tensioni. può capitare eccome di perdere di vista la coppia, e allora sembra che si stia bene solo quando ci sono anche i cuccioli, beh dovete ricordare che non è così, che il grigio non vi appartiene!
    per l'amica...a me è successa la stessa cosa, ora anche lei è mamma quindi capisce il poco tempo ecc., ma cmq ci riproponiamo spesso un momento solo per noi e non ci riusciamo mai, e mi manca tanto...i momenti di "pausa" possono capitare, non vuol dire che l'amicizia stia finendo...
    ti abbraccio e ti auguro di passare un bel week end sereno con marito e cucciola!!!

    RispondiElimina
  8. mi hai fatto pensare ad una canzone di vasco che dice"non sarebbe durata a lungo questa storia di amore eterno se non fossi arrivato tu..."...i momenti no con il maritino li viviamo tutte(purtroppo)ci sono momenti che sembra che nulla funzioni più,che tutto sia finito ma spesso basta un abbraccio(oltre che parlare,magari dopo...)e tutto scompare in una nuvola di fumo...un abbraccio

    RispondiElimina
  9. A volte prendersi una mini vacanza dalla realtà circondandosi di cose che ci fanno distrarre, magari ci strappano un sorriso... può solo far bene! Serve a staccare un pò la spina, ricaricarsi e provare a ripartire col piede giusto! Forza, vedrai che riuscirai a stabilire un equilibrio e far entrare tutto nella tua vita.. è dura, ma siamo donne e possiamo fare tutto! Passa da me, ho un piccolo invito :D

    RispondiElimina
  10. quanto è vero, sappi che non sei l'unica. hai descritto perfettamente i momenti grigi di coppia, torna il sereno solo in presenza dei piccoli, ma dopo ritorna il buio. Io penso che è la vita. oggi piove e domani c'è il sole, mi consola pensare che non può piovere per sempre. Cerca di spiegare a tuo marito i tuoi stati d'animo, magari pensa le stesse cose che pensi tu. Per quanto riguarda la tua amica, vedrai che lei capirà solo nel momento in cui diventerà mamma.

    p.s. anche io se sono giù bloggo, anzi subito dopo l'episodio spiacevole, lo scrivo già nella mia mente ancor prima di scriverlo sul blog. Essì, siamo blog dipendenti che ci vuoi fà???

    RispondiElimina
  11. Batti un cinque socia!
    Amica a parte (la mia ha 3 figli quindi mi capisce alla grande!) il resto è paro paro qui.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. ciao! è la prima volta che passo a trovarti e leggendo questo tuo post è stato come guardare una mia fotografia oggi.
    anch'io precaria (della scuola), anch'io laurea e specializzazione appesa ad un chiodo, anch'io una volta mamma, anch'io sull'orlo di un esaurimento, anch'io con un lui che esce sbattendo la porta!
    ma sto qui, tengo duro, piango, litigo, bacio il mio piccolo, e sono orgogliosa di essere una mamma a tempo pieno perchè ho il privilegio di vedere crescere il mio piccolo e condividere con lui i momenti belli che comunque ogni giornata ci regala!
    la mia autostima (che il piccolo lavoro in nero che ho non riesce a risollevare) invece è vicina ai minimi storici, e a nulla serve parlare con le amiche (poche e senza famiglia) o con il maritino (troppo preso dal suo mondo), intanto vado in analisi perchè mi sono venuti a fare compagnia gli attacchi di panico (dulcis in fundo!).
    ti auguro giornate migliori!
    giovanna

    RispondiElimina
  13. anch'io pari pari con te per la storia dell'amica...le persone cambiano e si allontanano solo che tu, come me, in questo momento della tua vita così introspettivo (nel mio caso) e difficile (nel tuo) senti molto la mancanza di questo rapporto...che dire? ci siamo noi, cercaci...io finalmente sono riuscita a contraccambiare la tua visita!

    RispondiElimina
  14. Cara...! Anche a me, in mille amicizie, è successa la stessa cosa: quasi tutte amiche senza figli, che ancora passano ore davanti all'armadio a scegliere cosa mettersi per uscire la sera, e tu che, sia mai che qualche volta riesci miracolosamente a raggiungerle, ti senti sempre fuori luogo con i tuoi vestiti "da lavoro"... E non riesci nemmeno a spiegare loro perchè la vita di prima non ti interessa più così tanto. Per quanto riguarda "lui", trovate qualche momento per stare da soli, a cena, un weekend, e ricreare la magia: non è sempre facile sopravvivere all'uragano "bambini" e arrivare quasi a non conoscersi più! Ma, almeno a leggere anche i commenti, succede più spesso di quanto si pensi... Sei in gamba, vedrai che il momento "no" passerà in fretta! Un abbraccio, Mina

    RispondiElimina
  15. @tutte a quanto pare l'amica persa e il marito assente sono problemi molto comuni. mi consolo. grazie a tutte per essermi vicine.

    RispondiElimina
  16. eccomi, finalmente! mi si stringe il cuore sentirti così...vorrei poter bussare io alla tua porta e abbracciarti! e raccontarti che anche noi abbiamo passato dei momenti difficili, per via della iperattività di Ale che ci ha stremati e ci ha messi a dura prova! e che la mia migliore amica la vedo pochissimo!
    ma la forza per tirare avanti la dobbiamo trovare per i nostri cuccioli.
    Sono sicura che se risolveste il problema lavoro tutto tornerebbe come prima, ma purtroppo non dipende da voi, e io vi auguro con tutto il cuore che si sblocchi qualcosa.
    un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
  17. @mammasorriso in ritardo, ma questi giorni ci sono stata davvero poco in rete, ti rispondo con un semplice e affettuoso GRAZIE! GRAZIE di cuore!

    RispondiElimina

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.