domenica 20 giugno 2010

traumi e fiori di bach

la lettura del nuovo articolo su blogmamma mi ha dato conferma di qualcosa che stavo pensando da un pò di giorni: utilizzare i fiori di bach per la mia cucciola. circa quindici giorni fa ha subito un intervento con anestesia totale, fortunatamente nulla di grave, era una fistola branchiale presente già dalla nascita che andava prima o poi asportata perchè a rischio infezione. per questo tipo d'intervento, il chirurgo (ma anche noi genitori) ha preferito aspettare che la bimba superasse l'anno di età in modo da abbassare rischi o complicanze. ebbene quel fatidico giorno, per cui ho vissuto ansie da quando l'ho scoperto, è arrivato ai suoi 20 mesi e mezzo. io ho vissuto malissimo i giorni prima dell'intervento, avevo troppa paura di tutto e ho cercato rimedio con i fiori di bach, in particolare il rescue remedy, un rimedio di pronto soccorso che si prende proprio per prepararsi a queste forti emozioni ed ansie. con me ha funzionato, sono riuscita ad essere più razionale e non farmi prendere dal panico o comunque a tenere l'ansia sotto controllo. in questi giorni però io e il papà ci troviamo di fronte a strane reazioni della bambina che non aveva mai avuto. cucciola è una bimba molto solare, allegra e soprattutto si è sempre fidata di qualsiasi persona, molto socievole e per niente timida ma adesso è come se avesse scoperto che chi non conosce può farle anche molto male. se qualche nostro amico o conoscente con cui magari sta giocando serenamente all'improvviso fa dei gesti che lei ritiene improvvisi, come ad esempio prenderla in braccio, farle fare il vola vola o altro piange disperata, le prende letteralmente il panico, trema e comincia a gridare all'infinito "mamma, mamma, mamma" fuggendo all'impazzata. mi fa stare male vedere questa sua reazione di terrore e quel "mamma, mamma" è lo stesso che ha urlato quando me l'hanno tolta dalle braccia per portarla in sala operatoria. in teoria era sedata tra le mie braccia perchè le avevano fatto una pre-anestesia che doveva stordirla proprio per non farle vivere questo distacco (e in effetti altri bambini erano talmente storditi che non si sono resi conto dell'infermiera che li portava via), ma qualcosa non ha funzionato, il suo cervello iperattivo come al solito continuava ad avere i soliti tempi di reazione, sembrava ubriaca nei movimenti e nel suo ridere continuamente ma si rendeva conto di tutto; e quindi, quando l'ho dovuta lasciare all'anestesista che doveva completare l'addormentamento, lei ha iniziato ad urlare mamma continuamente, ed io impotente piangevo ed ascoltavo da dietro la porta della sala operatoria quelle urla disperate chiedendo disperatamente di entrare. avrà pianto così forse per altri due-tre minuti credo, poi si sarà addormentata. e lì che credo ci sia stato il trauma, questo trauma che l'ha condizionata e che le fa avere queste reazioni di panico. c'è chi mi dice che è normale in fondo sono passati solo 15 giorni, ma io vorrei già aiutarla ed ho pensato ai fiori di bach. chissà se potrebbero funzionare? spero passi al più presto perchè l'idea di averle fatto conoscere sin da adesso sentimenti come il panico e il terrore non mi piace per niente e soprattutto l'idea di non essere riuscita a proteggerla per bene e averla abbandonata, lo so che dovevo farlo, durante il suo pianto disperato mi angoscia.

Nessun commento:

Posta un commento

questo blog è un angolo fatto di pensieri, emozioni, idee e riflessioni e il tuo commento è davvero prezioso perchè è solo col confronto che si migliora ogni giorno.
Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.